Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Un nuovo regolamento per le Camere di commercio
di Marina Pupella

Tags: Marco Venturi



Quali iniziative per sviluppare le attività produttive in Sicilia? Le Camere di commercio rientrano fra le vostre competenze?
“Sono legate all’assessorato delle Attività produttive. Le Camere di commercio, a seguito dell’acquisizione della normativa nazionale, sono autonomie funzionali, quindi hanno modo di muoversi meglio sul mercato regionale e provinciale.
Devono ancora assumere un ruolo più incisivo nel campo dell’internazionalizzazione, nei rapporti con le imprese, nel marketing territoriale. Ma c’è qualcosa che a mio avviso andrebbe cambiata. Esse sono sempre state considerate degli enti autonomi, perché sostenute dagli associati, ma i contratti per i lavoratori dipendenti sono regionali e questo è un controsenso tipico della Regione.
Per il futuro, i nuovi dipendenti che verranno, avranno un contratto nazionale e gli stipendi saranno stabiliti non solo sulla base del contratto nazionale, ma soprattutto su quella territoriale. Perché è chiaro che un dirigente apicale in una Camera di Enna o Agrigento, non può essere retribuito come il collega di Palermo. Non basta dire i segretari generali sono equiparati ai dirigenti regionali di prima fascia. No, in base al tuo fatturato si decide lo stipendio. Tutto deve essere in proporzione”.

Tutto questo andrà inserito nel contratto di lavoro?
“È chiaro che quando si farà il passaggio al nuovo regolamento, ci sarà un’ottimizzazione dei costi delle strutture. Per quanto riguarda l’industria, puntiamo a rafforzare il tessuto imprenditoriale siciliano che conta su circa 500 mila aziende, di cui l’85 per cento è molto fragile, avendo meno di quindici impiegati.  Stiamo cercando di cambiare anche in questo la mentalità, le aziende sane ora non chiedono più solo capitale a fondo perduto, cercano lavoro”.

Articolo pubblicato il 02 aprile 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento

comments powered by Disqus