Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Manager ospedalieri scelti dall’Albo
di Pierangelo Bonanno

Pubblicato sulla Gurs Serie concorsi n. 26/2010 l’avviso pubblico per la formazione di un elenco permanente. Presentazione della domanda solo con modalità on-line e con formato europeo del curriculum vitae

Tags: Sanità, Manager, Massimo Russo



PALERMO - Nella Gazzetta Ufficiale Concorsi n. 26 del 2-4-2010 è stato pubblicato l’avviso pubblico per la formazione di un elenco permanente, ad aggiornamento periodico, degli aspiranti idonei alla nomina a direttore generale delle Aziende sanitarie provinciali, delle Aziende ospedaliere e delle Aziende ospedaliere universitarie della Regione Siciliana, in base alla legge regionale del 14 aprile 2009 n. 5  “Norme  per  il riordino del Servizio sanitario regionale”.

L’avviso sarà utilizzato anche  per  la  nomina  del direttore generale dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Sicilia.
La presentazione delle domande avverrà esclusivamente attraverso la modalità on-line, con il collegamento al   sito web https://www.regione.sicilia.it/sanita/ssl/candirgen, dove saranno rinvenibili il modello di domanda, il modello europeo di curriculum vitae e la scheda riassuntiva.

La domanda dovrà essere redatta on-line secondo il modello rinvenibile nel sito. Alla domanda dovrà essere allegato, a pena di inammissibilità, il curriculum vitae, compilato con modalità on-line secondo il modello europeo, nel quale dovranno essere indicati il titolo di studio e dovranno, anche, essere descritte le attività di direzione, di   formazione, nonché sintetiche indicazioni relative ad ulteriori attività lavorative, alla formazione professionale ed al possesso di titoli ritenuti utili ai fini della nomina, compresa l’indicazione dell’eventuale possesso del certificato di frequenza del corso di formazione manageriale.
L’elenco permanente ad aggiornamento periodico degli  idonei aspiranti  alla  nomina a  direttore generale e i successivi aggiornamenti del medesimo elenco saranno approvati con  decreto dell’assessore regionale per  la  Salute e saranno pubblicati nella Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana  e nel sito internet dell’assessorato regionale della Salute all’indirizzo http://www.regione.sicilia.it/sanita.

 Lo stesso avviso precisa, inoltre, che per la prima predisposizione dell’elenco in formato online anche i soggetti già iscritti nel pregresso elenco di cui al Decreto assessoriale 0781 del 7 aprile 2008, pubblicato nella Gazzetta ufficiale della Regione Siciliana del 18  aprile 2008 n. 17, dovranno presentare   istanza secondo le modalità e i termini dell’avviso attuale.
È opportuno sottolineare che il rapporto di lavoro del direttore generale è esclusivo e sarà regolato da un contratto di diritto privato di durata triennale, rinnovabile una sola volta, stipulato in osservanza delle norme  del codice civile.

Lo stesso avviso precisa che l’assessore regionale per la Salute si riserverà, prima di procedere alla nomina, di acquisire, ulteriori elementi di informazione, nonché di richiedere la partecipazione agli aspiranti alla nomina a procedure selettive, di natura  non concorsuale e senza alcuna  valutazione comparativa, secondo modalità che saranno successivamente stabilite con apposita direttiva o circolare assessoriale.
All’aggiornamento dell’elenco si procederà periodicamente, con cadenza almeno annuale, previo specifico avviso pubblico. Con gli aggiornamenti si procederà: alla cancellazione dei nominativi degli aspiranti che, a seguito di apposita istruttoria, risulteranno non più in possesso dei necessari requisiti; all’inserimento dei nominativi dei soggetti che risulteranno idonei a seguito della positiva istruttoria delle istanze pervenute; all’aggiornamento delle posizioni dei  soggetti già inseriti nell’elenco, che facciano utili ai fini dell’eventuale nomina a direttore generale delle Aziende del servizio sanitario regionale.
 


Incarico di tre anni rinnovabile una sola volta incompatibile con qualsiasi altro ruolo in Sanità
 
Ecco cosa è previsto all’articolo 19 della legge di riforma della Sanità regionale (del 14 Aprile 2009, n.5) entrata in vigore da gennaio 2010.
Art. 19 “Nomina e valutazione dei direttori generali”
1. I direttori generali delle aziende di cui al comma 1 dell’art. 8 sono nominati per un periodo di tre anni, rinnovabile nella  stessa Azienda una sola volta per la stessa durata. Ai fini della loro nomina, l’assessore regionale per la sanità opera fra gli aspiranti aventi titolo una analitica ricognizione delle condizioni e dei requisiti richiamati dagli articoli 3 e 3-bis del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502 e successive modifiche  ed  integrazioni ed effettivamente posseduti, da rendere accessibile attraverso pubblicazione sul sito web della  Regione. In particolare, è accertata la coerenza fra i requisiti posseduti e le funzioni da svolgere anche in riferimento al possesso del diploma di laurea, al possesso di qualificata esperienza professionale di direzione tecnica ed amministrativa svolta in piena aderenza con i limiti temporali indicati e con le modalità previste, la reale  corrispondenza  delle strutture dirette con la tipologia richiesta per le strutture da dirigere.
2. Ferme restando le cause  di  incompatibilità previste dalla normativa vigente, la carica di direttore generale di una Azienda è incompatibile con qualsiasi altro ruolo esercitato in strutture pubbliche del Servizio sanitario regionale, soggette alla  competenza dell’Azienda medesima o di altre aziende del  Servizio sanitario regionale.
 

 
Laurea ed esperienza di 5 anni di direzione, ma anche master
 
PALERMO - I candidati alla nomina a direttore generale, nell’ambito della sanità siciliana, dovranno essere in possesso dei seguenti requisiti: diploma di laurea; esperienza almeno quinquennale di  direzione tecnica o amministrativa in enti, aziende, strutture pubbliche o  private, in posizione dirigenziale con  autonomia gestionale e diretta responsabilità delle risorse umane, tecniche o finanziarie svolta nei 10 anni precedenti dalla pubblicazione dell’avviso.
Ai fini dell’esperienza quinquennale di direzione tecnica o amministrativa sarà considerata utile  esclusivamente l’effettiva attività di  direzione con autonomia gestionale   e diretta responsabilità delle risorse, umane, tecniche o finanziarie, svolta a seguito di formale conferimento  di  incarico, con riguardo all’intera organizzazione dell’ente, dell’azienda, della struttura od organismo ovvero   una delle sue articolazioni, comunque, contraddistinte, secondo i  rispettivi ordinamenti, da autonomia organizzativa e responsabilità verso l’esterno, con esclusione in ogni caso delle funzioni di mero studio, di consulenza, di ricerca ed ispezione. Inoltre, i candidati potranno attestare il possesso del certificato, ove conseguito, di frequenza del corso di  formazione in materia di sanità   pubblica e di organizzazione e gestione sanitaria.
Non saranno prese in considerazione le domande che risulteranno incomplete dei dati, ovvero di una delle dichiarazioni richieste nel modello di domanda o nel modello di  curriculum o che risulteranno mancanti di uno degli allegati. Ai candidati esclusi per inammissibilità della domanda o degli allegati sarà data comunicazione di merito. Le istanze di partecipazione, secondo le  indicate modalità online, potranno essere presentate entro quarantacinque giorni (entro il 17 maggio 2010) dalla pubblicazione nella già citata Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana. Non saranno prese in considerazione le istanze che giungeranno oltre la data indicata o con modalità diverse da quelle on-line  prescritte dallo stesso avviso.
In particolare, sarà accertata, con l’ausilio ed il supporto tecnico o professionale - se necessario - di un soggetto, da individuare con procedura ad evidenza pubblica, la coerenza tra i requisiti posseduti e le  funzioni da  svolgere, consentendo  di correlare la complessiva professionalità dei candidati, che  saranno prescelti agli obiettivi programmati ed alle effettive esigenze delle strutture sanitarie.

Articolo pubblicato il 07 aprile 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus