Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Scilipoti: “Via ministeriale viziata da falsi presupposti”
di Rosario Battiato

L’impianto sorgerebbe a 200 metri dal pontile per i sommergibili nucleari. L’on. Idv: nulla osta 2006 basato su rapporto poi smentito

Tags: Priolo, Melilli, Augusta, Rigassificatore, Triangolo Della Morte, Domenico Scilipoti



SIRACUSA – Una interrogazione parlamentare di Domenico Scilipoti (Idv), datata fine 2009, riporta con esattezza i timori che da tempo affliggono la popolazione civile. L’impianto sorgerà a 1.800 metri dai centri abitati di Priolo, Melilli e Augusta – i sindaci dei tre comuni intervistati dal Qds hanno infatti ribadito che senza il beneplacito sulla sicurezza da parte delle autorità competenti si opporranno alla costruzione – e in prossimità della ferrovia Catania-Siracusa, della strada statale 114, del porto militare di Augusta, mentre il pontile gasiere “si troverebbe a brevissima distanza (circa 200 metri) dal pontile sommergibili ove attraccano sommergibili nucleari Nato”. La presenza del rigassificatore segnerebbe inoltre la fine della vocazione commerciale del porto di Augusta e quindi del porto hub. L’operazione dello scarico del liquido – denunciano in un documento le Associazioni AugustAmbiente e Decontaminazione Sicilia – durerebbe infatti circa 25 ore bloccando per motivi di sicurezza tutte le altre attività portuali e si tratterebbe del passaggio annuale di 110 navi da 130-140 tonnellate. Altro tassello per la Ionio Gas: il presidente dell’autorità portuale è Aldo Garozzo, conosciuto nelle cronache locali come “uomo Erg”, che ha praticamente lavorato una vita intera nell’area industriale prima di diventare anche presidente di Confindustria Siracusa. Altri dubbi? Ci si chiede perché fu rilasciato il Nof (nulla osta di fattibilità) nel lontano 2006 basandosi sulla relazione di sicurezza presentata dalla Erg che fu puntualmente smentita due anni dopo da un sopralluogo del Ctr? Da questo ne consegue – come ha ribadito Scilipoti – che la Via concessa dal ministero dell’Ambiente, che si basa sostanzialmente sull’esito del Nof, appare viziata da “falsi presupposti”.

Articolo pubblicato il 10 aprile 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • Quattro “No” al rigassificatore -
    Energia. Lunedì la conferenza di servizi sull’impianto.
    L’appuntamento. Lunedì si terrà la conferenza di servizi al termine della quale dovrà essere bocciato o approvato il progetto per la realizzazione del rigassificatore Jonio Gas di Priolo-Melilli.
    Carte cantano. Saranno esaminati tutti i pareri. Intanto gli atti sono stati trasmessi alle Procure di Palermo e Siracusa e alla Commissione regionale antimafia. Chiesta la commissione d’indagine parlamentare.
    (10 aprile 2010)
  • Scilipoti: “Via ministeriale viziata da falsi presupposti” -
    L’impianto sorgerebbe a 200 metri dal pontile per i sommergibili nucleari. L’on. Idv: nulla osta 2006 basato su rapporto poi smentito
    (10 aprile 2010)
  • La Cgil e il dilemma lavoro. “Prima viene la sicurezza” -
    Intervista al segretario provinciale della Cgil di Siracusa. Zappulla: “Ribadiamo lo stop al ricatto occupazionale”
    (10 aprile 2010)


comments powered by Disqus