Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Catania delle meraviglie, lezione di calcio a S. Siro
di Gianluca Costa

Tags: Mascara, Maxi Lopez, San Siro, Milan, Catania, Ricchiuti



CATANIA - Il Catania sempre più “ammazza-grandi”: Le mirabilia della squadra marca Liotru quasi non fanno più notizia. Il pareggio alla “Scala del Calcio” di Milano (47.124 spettatori per un incasso di 884.154.000 €) sta molto stretto alla squadra di mister Mihajlovic, reduce da una sfilza di perle, ultima delle quali il derby coi cugini rosanero, ormai sempre più afflitti da sindrome da kappaò rossazzurro.

A Milano, primo tempo da manuale, complice un sonnecchioso Milan, con il solito Mascara tutto-campo, un grande Biagianti, un roccioso Alvarez, che mette il bavaglio a Ronaldinho, e Lopez che raggiunge quota sette sfruttando un perfetto assist di Ricchiuti e trafiggendo con biliardistico diagonale l’incolpevole Dida. Difesa etnea attenta, particolarmente motivata e ordinata. Raddoppia di testa Ricchiuti, incredibile a dirsi, su cross perfetto di Lopez, facendo lievitare dalla gioia i tifosi, che comunque tornano a sedere ai loro posti all’inizio del secondo tempo, dopo il goal del “velino” Borriello. La squadra rossonera, infatti, ritorna in campo dopo la pausa più determinata, i rossazzurri, invece, meno attenti tanto da subire il secondo goal dallo stesso Borriello.

Buon arbitraggio di Orsato che, comunque, grazia il Catania non vedendo due presunti falli da rigore di “Mascarinho”.
Questo bellissimo finale-thrilling di campionato è solo “colpa” dei prodi di Mihajlovic, nonostante, ricordiamo, la pesante assenza del fortissimo Malaka Martinez (a proposito, auguri di un immediato rientro). Roma prima, Inter in seconda posizione, Milan terzo a tre punti dall’Inter. Il Palermo, vittorioso sul Chievo, consolida sempre più il quarto posto e la Champions League. Salvezza matematica del Catania da ceralaccare a 42 punti domenica prossima con la squadra del Siena, che vittoriosa sul Bari, scenderà agguerritissima al Cibali. Insomma, un ottimo menù per i buongustai del calcio, quello vero, quello giocato, che ci unisce, ci fa divertire e ci fa sognare.

Articolo pubblicato il 13 aprile 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus