Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Rafforzeremo le strutture di controllo ai prodotti
di Chiara Giarrusso

Tags: Salvatore Barbagallo



A quanto ammonta il numero delle risorse umane alle dipendenze del dipartimento da lei gestito?
“Sono circa 200 i dipendenti del dipartimento Infrastrutture, più circa 250 quelli delle Soat, ripartiti presso 80 uffici periferici sul territorio.
Anche su questo punto, stiamo lavorando ad un Piano che preveda una riduzione delle strutture presenti e l’inserimento all’interno delle stesse di nuclei deputati ad attività di controllo ed ispezione dei prodotti agricoli, nel tentativo di intervenire sulla tracciabilità dei prodotti. Esercitare attenti controlli sui prodotti realizzati in Sicilia e su quelli che provengono dai paesi Ue ed extra Ue significa tutelare la salute dei consumatori, ed i prodotti locali. Questo tema negli anni è stato ampiamente sottovalutato. In quest’ottica, insieme all’assessorato alla Sanità, istituzionalmente deputato a realizzare i controlli, si è pensato di procedere alla riconversione di parte del personale impiegato negli uffici periferici, e creare dei nuclei ispettivi".

Sono state predisposte ulteriori misure, a parte questa, a tutela dei prodotti agricoli siciliani?
“Dal momento che il nostro compito è tutelare tutti i prodotti siciliani, stiamo lavorando anche alla costituzione di un marchio di qualità, denominato “Agricoltura Sicilia”.
Stiamo proprio studiando le modalità tecniche, affinché il marchio sia riconosciuto a livello comunitario ed intestato all’assessorato Risorse agricole e alimentari. Anche questa misura si colloca in un’ottica di favore per i consumatori e produttori agricoli, circa la provenienza dei prodotti presenti sul mercato. In ultimo, è in cantiere un progetto per la valorizzazione della viticultura etnea”.

Articolo pubblicato il 15 aprile 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento

comments powered by Disqus