Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Tecnologie “Clean sky”, dall’Unione Europea sostegno ai progetti di ricerca
di Antonio La Ferrara

Terzo invito a presentare proposte nell’ambito dell’obiettivo della riduzione di emissioni inquinanti. Beneficiari: soggetti pubblici e privati, incluse le Pmi, Università e centri di ricerca

Tags: Unione Europea, Clean Sky, Sviluppo



PALERMO - Sostenere le attività volte ad accelerare lo sviluppo di tecnologie per l’aria pulita e i trasporti aerei nell’Unione europea; è questo l’obiettivo del terzo invito a presentare proposte - Iniziativa di tecnologia congiunta “Clean Sky” partorita nell’ambito dei Progetti di ricerca e sviluppo tecnologico della Commissione europea; il fine è quello di contribuire al raggiungimento degli obiettivi europei in termini di riduzione delle emissioni inquinanti in atmosfera.

Per quanto riguarda le finalità, nel complesso, i progetti di ricerca devono essere finalizzati allo sviluppo di nuove conoscenze, tecnologie e soluzioni per realizzare un significativo passo in avanti nell’ambito delle nuove tecnologie per il trasporto aereo, le quali offrono un vantaggio economico potenziale, ma che non possono essere commercializzate direttamente.

Questo invito a presentare proposte comprende il finanziamento di progetti rientranti in 45 aree tematiche.
Per quanto concerne le aree tematiche, le azioni che saranno finanziate nell’ambito del presente bando riguardano progetti che rientrano in aree tematiche come eco-Progettazione per sistemi, configurazioni a basso rumore, installazione di motori diesel su elicotteri leggeri, gestione energetica dell’aereo, ecc…

I progetti di ricerca e sviluppo tecnologico Clean Sky prevedono il finanziamento di:
• attività di ricerca e sviluppo tecnologico che rappresentano la parte più consistente del progetto e che si propongono di realizzare un significativo progresso rispetto allo stato dell’arte stabilito e che includono il coordinamento scientifico;
• attività di dimostrazione finalizzate a promuovere la fattibilità delle nuove tecnologie che offrono un potenziale vantaggio economico ma che non possono essere commercializzate
• altre attività come: management, disseminazione e formazione.

La Direzione generale Ricerca della Commissione Europea è il punto di riferimento per ulteriori delucidazioni.
Inoltre tutte le domande possono essere indirizzate a: info-call-2010-01@cleansky.eu; saranno dati chiarimenti in merito a questioni aventi un valore generale, sia su aspetti procedurali  sia su aspetti tecnici specifici. Se giudicati  validi per essere diffusi, saranno pubblicati in una sezione specifica del sito web Clean Sky ovvero http://www.cleansky.eu/. Tutti i candidati interessati sono  invitati  a consultare periodicamente questa sezione, per essere aggiornati sulle spiegazioni  e sul contenuto della chiamata.
 


Il contributo può raggiungere il 75% dei costi totali ammissibili
 
PALERMO - I beneficiari dell’invito a presentare proposte sono soggetti pubblici e privati, comprese le piccole e medie imprese, le università, i centri di ricerca e i produttori di aerei. I soggetti devono trovarsi in uno dei 27 Stati membri o in un Paese associato.
Lo stanziamento finanziario complessivo ammonta a 18.810.000 euro; riguardo al finanziamento, per le attività di ricerca e sviluppo tecnologico il contributo massimo concesso ammonta al 50% dei costi totali ammissibili; tuttavia, per i beneficiari che sono costituiti da piccole e medie imprese entità no- profit, enti pubblici per l’istruzione superiore, organizzazioni di ricerca il contributo può raggiungere il 75% dei costi totali ammissibili.
Il termine ultimo per la presentazione delle iniziative progettuali è il 27 aprile 2010.
La documentazione completa e la modulistica sono reperibili sul sito Cordis della Commissione europea:
http://cordis.europa.eu/fp7/dc/index.cfm?fuseaction=UserSite.FP7DetailsCallPage&call_id=302#infopack.

Articolo pubblicato il 16 aprile 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus