Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

San gregorio promosso nel girone 1 della serie A
di Patrizia Penna

Tags: Rugby, San Gregorio, Orazio Arancio



CALVISANO (BR). San Gregorio Catania Rugby batte a domicilio Calvisano e conquista così la promozione nel girone 1 della Serie A di rugby.
La vittoria dei catanesi significa pertanto la matematica certezza di aver conquistato un traguardo storico: ne è una testimonianza la prestazione tutta cuore e grinta del quindici di Orazio Arancio che non ha lasciati molti dubbi sul momento di straordinaria forma e lucidità che stanno vivendo gli etnei.

Soddisfatto l’allenatore-giocatore Orazio Arancio: “Abbiamo compiuto un’impresa, questo ci va riconosciuto. La promozione nel girone 1 ci permette adesso di essere il club siciliano di riferimento della palla ovale”.
Domani, mercoledì 28 aprile, è previsto il recupero della gara con l’Asti al “Monti Rossi” di Nicolosi, poi di nuovo in campo per l’ultimo turno della stagione regolare sempre a Nicolosi con i Gladiatori Sanniti. Avversari certamente alla portata del San Gregorio.  Sarà fondamentale, a questo punto, sfruttare il fattore campo ma soprattutto il supporto dei tifosi.
Ma torniamo alla cronaca.

Partono in quinta i padroni di casa del Calvisano subito in vantaggio al 6’, grazie ad un calcio piazzato di Paul Griffen. Gli etnei fanno fatica a trovare lucidità e concentrazione, soprattutto in difesa e reagiscono solo a match inoltrato con la meta di Pucciariello. Al riposo il parziale è di 8-7.

Nella ripresa Colaiuda subentra a Suaria mentre l’allenatore-giocatore Arancio subentra al posto di Taschetta. Gli ospiti subiscono l’espulsione temporanea di Corolenco e Calvisano ne approfitta portandosi sul +4 (11-7); ma al 13’, è Calvisano a restare con l’uomo in meno dopo il giallo a Sossi per un pugno ai danni di Arancio).
San Gregorio prende le redini del gioco mentre i lombardi anche se in netta difficoltà con in campo i tre “under 20” (Palazzani, Scanferla e Frapporti), provano l’assedio disperato ma il fischio finale pone fine alle velleità dei lombardi. 11-16 il risultato finale e gioia incontenibile per la compagine siciliana. (pp)

Articolo pubblicato il 27 aprile 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus