Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

In Lombardia meno sole, ma la Regione sforna corsi
di Rosario Battiato

Nel resto d’Italia generano iniziative per la formazione delle nuove figure. E in Lazio network tra operatori di ambiente e rinnovabili

Tags: Fonti Rinnovabili, Green Economy



PALERMO – “La vera chiave di volta è la formazione delle risorse umane. I ritardi delle risposte degli uffici regionali alle istanze di autorizzazione ne sono una conseguenza”.
Le dichiarazioni di Giuseppe Catanzaro, presidente Confindustria Agrigento, sottolineano le urgenze da affrontare per realizzare un “modello Sicilia” che sappia coniugare energia rinnovabile, rispetto del paesaggio e crescita occupazionale. In termini nazionali non si può dire che l’Italia stia facendo una corsa forsennata, anche se molte Regioni si stanno muovendo con largo anticipo e sono proprio quelle realtà che già si trovano sulle vette italiche in termini di produzione elettrica da Fer.

Stiamo parlando della Lombardia, una regione che ha attivato il (Qrsp) “Quadro regionale degli standard professionali di Regione Lombardia”, e che nella banca dati corsi sistema Dote 2009, che raccoglie le proposte formative predisposte dagli Enti di formazione accreditati dalla Regione Lombardia sulla base degli standard regionali, sono previsti ben 15 corsi per esperto in progettazione del risparmio energetico, e almeno altri 30 corsi, diluiti tra il 2009 e il 2010, che comprendono la progettazione, la manutenzione e l’impiantistica del fotovoltaico. Non sarà un caso se la Regione di Formigoni, nonostante la poca invidiabile posizione in termini di irradiamento solare, sia una delle guide del settore.

Nel Lazio il Polo Formativo Energia Ambiente ha proposto tra il 2009 e il 2010 tre corsi che si adattano benissimo alle nuove esigenze: tecnico superiore per il disegno e la progettazione industriale – applicazione delle fonti energetiche rinnovabili, tecnico superiore per l’ambiente, l’energia e la sicurezza in azienda, tecnici superiori per il rilievo architettonico – efficienza energetica degli edifici e dei sistemi produttivi.

Articolo pubblicato il 29 aprile 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • Posto al sole solo per competenti -
    Energia. Le prospettive di lavoro nello sviluppo sostenibile.
    Gli investimenti. Nell’Isola quasi il 50% della dotazione finanziaria delle Regioni dell’obiettivo convergenza. Potrà godere di 523,8 milioni di euro di investimenti ma dovrà sestuplicare la produzione da Fer.
    Il lavoro. Alla massa di investimenti è prevista anche la ricaduta occupazionale. Ma nell’Isola scarseggiano corsi universitari e formativi regionali nell’ambito energetico-ambientale. Chi può, studia altrove.
    (29 aprile 2010)
  • In Lombardia meno sole, ma la Regione sforna corsi -
    Nel resto d’Italia generano iniziative per la formazione delle nuove figure. E in Lazio network tra operatori di ambiente e rinnovabili
    (29 aprile 2010)
  • Nell’Isola ricerca e sviluppo stentano ancora a decollare -
    Da noi le potenzialità sono enormi e, forse, neanche percepite. Le stime esposte dal dg Energia, Interlandi, in un convegno
    (29 aprile 2010)


comments powered by Disqus