Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Il 61% dei consulenti esegue transazioni on line
di Chiara Giarrusso

Tags: Mauro Marangoni, Inail



Sono pienamente informatizzati i vostri uffici?
“L’istituto dispone di un sito internet nazionale, in cui è possibile reperire informazioni generali. Per le singole regioni sono previsti, poi, domini specifici. Complessivamente, il numero di utenze del sito in Sicilia è pari al 61%. Il riferimento è al numero di aziende e consulenti del lavoro che eseguono transazioni on-line. A livello nazionale, invece, le percentuali sono più elevate. Si aggirano intorno ad una media del 70%. Nel protocollo di intesa stipulato con la Regione Siciliana, nel dicembre scorso, è stata prevista l’attivazione di un sistema d’informatizzazione dei presidi sanitari di pronto soccorso per la trasmissione on-line dei certificati nel caso di infortunio sul lavoro. È chiaro che anche per quest’ambito occorrono risorse. Per quanto riguarda il versante informatico le sedi regionali non dispongono di risorse dalla direzione centrale destinate specificamente a questo tipo di attività da spendere sul territorio. È previsto invece un budget destinato alle sedi regionale per la comunicazione. Si tratta di risorse impiegate per la promozione di campagne di informazione e più in generale per l’organizzazione di convegni e conferenze stampa”.

Come saprà la scorsa settimana è stata attivata la posta elettronica certificata. È possibile comunicare tramite PEC con le vostre strutture territoriali?
“Come tutte le altre strutture disponiamo di cartelle di posta certificata. Risale a qualche giorno fa una nota con cui ci è stato comunicato la PEC dovrebbe sostituire le cartelle di posta elettronica “tradizionali”.
È chiaro che si tratta di un processo alquanto impegnativo”.

Articolo pubblicato il 04 maggio 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento

comments powered by Disqus