Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Salute e sicurezza sul lavoro, firmato il nuovo Piano regionale
Attività di controllo, formazione e comunicazione per prevenire gli infortuni. Stanziati 3,5 milioni di euro annui fino al 2012. Risorse dal Fondo sanitario

Tags: Sanità, Massimo Russo



PALERMO – Per la prima volta in Sicilia è stato approvato il '”Piano regionale straordinario per la tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro”. Il documento è stato firmato dall’assessore per la Salute, Massimo Russo, e prevede uno stanziamento di 3,5 milioni di euro all’anno, fino al 2012.

Le risorse saranno destinate al potenziamento delle attività di controllo, vigilanza, sicurezza e promozione della salute sui luoghi di lavoro, attraverso iniziative di formazione e comunicazione per la diffusione di una cultura della sicurezza. Lo stanziamento permetterà anche di incrementare 79 professionisti, tra medici, ingegneri e tecnici della prevenzione, che saranno distribuiti nelle 9 Asp siciliane per il potenziamento delle attività.

Il Piano straordinario contiene anche la pianificazione regionale per il raggiungimento di maggiori standard di sicurezza sul lavoro e il finanziamento troverà copertura nel Fondo sanitario, con una ripartizione delle risorse per obiettivi di piano. Le azioni previste, infatti, saranno sviluppate in tre specifici piani di prevenzione: il Piano regionale di prevenzione in edilizia (Pre), che avrà a disposizione 1 milione e 415 mila euro annui per la realizzazione; il Piano regionale di prevenzione in agricoltura (Pra), a cui sono stati assegnati 1 milione e 257 mila euro annui; il Piano regionale di prevenzione per l'emersione delle malattie professionali (MalProf), che disporrà di 469 mila euro annui.

Per la realizzazione delle attività di formazione e comunicazione, invece, saranno disponibili 358 mila euro annui. La realizzazione dei piani sarà affidata alle Asp, con il coordinamento dell'assessorato, attraverso l'apposito servizio diretto da Antonio Leonardi.

Commentando la nascita del Piano, l’assessore Russo ha dato importanza al fatto che si è voluto rispondere ad una pressante istanza sociale, con notevoli sforzi organizzativi ed economici. “L'obiettivo principale – ha detto – è quello di realizzare un sistema integrato per la sicurezza del lavoro e il miglioramento della qualità lavorativa, intensificando la prevenzione e promuovendo il benessere psicofisico dei lavoratori. Per contrastare il fenomeno degli infortuni che, anche in Sicilia ha raggiunto dimensioni preoccupanti, era necessario operare in una logica di sistema, assicurando il coinvolgimento di tutte le istituzioni competenti”.
Il Piano prevede anche azioni sinergiche con altre istituzioni e enti, associazioni di categoria e sindacali, organismi paritetici, ordini professionali, attraverso il Comitato regionale di coordinamento insediatosi a febbraio.

Articolo pubblicato il 07 maggio 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐