Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

La Pa ha l’obbligo di segnalare al Ministero l’indirizzo di Posta elettronica certificato attivato
di Dario Raffaele

Ancora molte le pubbliche amministrazioni siciliane senza Pec

Tags: Renato Brunetta, Pa, Pec



Con la circolare n.1/2010/DDI firmata dal ministro per la pubblica amministrazione Renato Brunetta, è stata evidenziata l’importanza della comunicazione via e-mail con opportune garanzie di qualità, tracciabilità e sicurezza, ottenibili con la Posta elettronica certificata e sono state richiamate le disposizioni normative che prevedono l’utilizzo di tale canale di comunicazione e gli obblighi delle pubbliche amministrazioni in materia.
La funzionalità della comunicazione tra P.A. e cittadini attraverso la Pec si fonda sulla disponibilità di un elenco completo degli indirizzi Pec dei punti di accesso alle diverse unità amministrative. Per questa ragione nella citata circolare è stato sottolineato l’obbligo delle amministrazioni di divulgare i rispettivi indirizzi di posta elettronica certificata utilizzando l’Indice delle amministrazioni pubbliche e delle aree omogenee gestito da DigitPA.
Ad oggi sono ancora molte le amministrazioni inadempienti, che non hanno inviato opportuna comunicazione al ministero. Abbiamo fatto una verifica attraverso il motore di ricerca che si trova all’indirizzo: www.paginepecpa.gov.it. Solo cinque le Amministrazioni in regola. I risultati sono riportati nella tabella in basso. (dr)

Articolo pubblicato il 08 maggio 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento

comments powered by Disqus