Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Catania - Trasporto pubblico insufficiente e le periferie rimangono isolate
di Melania Tanteri

Si è svolto un incontro tra i presidenti della IX e della X municipalità e il commissario Tafuri. Rassicurazioni dalla Fce sulla realizzazione della nuova tratta della metro

Tags: Catania, Fce, Metropolitana, Trasporti, Gaetano Tafuri



CATANIA - La presenza della metropolitana come fattore fondamentale di sviluppo. Questo quanto ribadito dai rappresentanti dei consigli circoscrizionali della IX e della X municipalità al Commissario governativo della Ferrovia circumetnea, Gaetano Tafuri, nel corso di una seduta congiunta.

“Abbiamo voluto questo Consiglio – ha spiegato Loredana Gioia, presidente della circoscrizione Librino – San Giorgio – perché le due municipalità, da sole, rappresentano la periferia di Catania e un terzo della popolazione cittadina. Questi quartieri sono letteralmente isolati, relativamente al trasporto pubblico, fino a oggi scadente”.

È nata da questa consapevolezza la richiesta di un incontro con il Commissario governativo della Fce, proprio per avere l’assicurazione che, la tanto annunciata tratta della metropolitana Stesicoro–Aeroporto, venga portata avanti, e non rappresenti la serie interminabile di promesse fatte e mai mantenute.

“La Fce – ha assicurato Tafuri - ha già in programma di servire Librino, Villaggio Sant’Agata  e Santa Maria Goretti con la tratta della metropolitana che giungerà fino all’aeroporto. Presto indiremo la gara d’appalto che sarà unica, da piazza Stesicoro fino a Fontanarossa. Voglio da subito sgombrare il campo da ogni dubbio e assicurare che il mio impegno è e continuerà affinché la rete della metropolitana possa essere completata”.

Il progetto della tratta Stesicoro–Aeroporto, 6861 metri, approvato dal Cipe nella seduta del 29 marzo 2006, per un importo complessivo di 425 milioni di euro, dovrebbe realizzarsi in 54 mesi e comprendere otto stazioni.
“Sono convinto – ha sottolineato Tafuri - che una volta che cominceremo i lavori della prima tranche, con i 190 milioni di euro a disposizione,  nessuno potrà negarci gli altri finanziamenti per arrivare ai 450 milioni di euro necessari per giungere all’aeroporto”.

Un progetto fondamentale per la mobilità cittadina, ma soprattutto per rivitalizzare zone della città che risentono, sin dalla loro costruzione, proprio dell’assenza del trasporto pubblico di massa da e per il centro; un’infrastruttura che, però, da sola, non può certo risolvere i problemi della zona sud della città.

“Chiediamo – ha aggiunto Nunzio Russo, presidente della decima circoscrizione – di non limitarsi al potenziamento del mezzo di trasporto, ma di rilanciare l’intero territorio attraverso il decentramento degli uffici comunali, dell’Università e di tutti i servizi”.
L’annosa questione del decentramento, insomma, da tempo attesa dalla periferia etnea, e mai veramente affrontata dalle amministrazioni.

Articolo pubblicato il 13 maggio 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus