Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Anche dal sommerso grossi danni allÂ’economia
di Chiara Giarrusso

Intervista all’assessore regionale alla Formazione Mario Centorrino. Preoccupanti i dati riferiti agli inattivi, ossia gli scoraggiati

Tags: Economia, Lavoro, Mario Centorrino



Lo scorso 28 aprile, l’istat ha reso note le rilevazioni sulla forza lavoro per l’anno 2009. Stando ai dati che interessano la regione, le percentuali parlano di un tasso di disoccupazione pari al 13, 9%, conferendo alla Sicilia la percentuale in assoluto più elevata rispetto alle altre regioni italiane. Dando uno sguardo, poi, ai dati relativi al tasso di disoccupazione giovanile tra i 15 e i 24 anni, la percentuale si attesta alla soglia del 38,5%.
Assessore Centorrino come commenta questi dati?
“Questo dato è preoccupante, indica una situazione di crisi. Ancora più preoccupante è  quello riferito agli inattivi, ossia quei soggetti che non sono in cerca di occupazione, ma che al contrario sono probabilmente disoccupati a tutti gli effetti. Se sommiamo il tasso reale di disoccupazione a questo tasso virtuale di disoccupazione, considerando quindi anche questi soggetti che potremmo definire scoraggiati, otteniamo un risultato ancora allarmante”.

Nella disaggregazione dei dati per genere la Sicilia segnala il tasso di disoccupazione in assoluto più elevato, sfiorando la soglia del 44,2% per le giovani donne di età compresa tra i 15 e 24 anni.
“Anche questo è un dato allarmante che deve fare riflettere. Nel caso delle donne, credo che influisca anche un fenomeno negativo della nostra economia, ossia il sommerso, che finisce per essere un’area residuale in cui trova posto molto spesso il lavoro femminile e che poi nella realtà risulta occupato. Questo non è un certamente un alibi consolatorio, ma indica che la Sicilia non solo ha un problema di disoccupazione, ma anche un problema di economia reale. Dove si trova economia, si trova economia sommersa che certo non promette grandi sviluppi, né tanto meno è un’economia su cui poter contare”.

Articolo pubblicato il 14 maggio 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • LÂ’assessorato alla Disoccupazione -
    Lavoro. Domanda e offerta restano scollegate.
    “Carrozzone”. La struttura della Regione che si occupa del lavoro è di 2 mila persone, tanto quanto il 60% dell’intero parco dei dipendenti della Regione Lombardia.
    Obiettivi mancati. Il rapporto Isfol 2009 rileva come solo l’8,5% dei soggetti che hanno fatto ricorso ai Centri per l’impiego ha ottenuto opportunità di lavoro, contro il 19,1% del Nord.
    (14 maggio 2010)
  • Credito dÂ’imposta e norme per i soggeti svantaggiati -
    Intervista all’assessore regionale al Lavoro Lino Leanza. In cantiere sgravi contributivi per le aziende che assumono
    (14 maggio 2010)
  • Anche dal sommerso grossi danni allÂ’economia -
    Intervista all’assessore regionale alla Formazione Mario Centorrino. Preoccupanti i dati riferiti agli inattivi, ossia gli scoraggiati
    (14 maggio 2010)


comments powered by Disqus
Mario Centorrino
Mario Centorrino