Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Catania - Una festa per tutti gli agenti in ricordo dellÂ’ispettore Raciti
di Daniela Gieri

Presenti per l’occasione numerose autorità tra cui il prefetto Santoro e il questore Pinzello. Si è celebrato il 158° anniversario della fondazione della Polizia di Stato

Tags: Catania, Polizia, Filippo Raciti



ACIREALE (CT) - Una cerimonia suggestiva e accattivante ha richiamato in città acesi, turisti e semplici curiosi, in un’insolita Piazza Duomo allestita ad hoc per la celebrazione del 158° anniversario della fondazione della Polizia.
Per la cerimonia, celebrata sabato scorso, la Questura di Catania ha deciso, infatti, di rendere omaggio alla città di Acireale, recentemente insignita del titolo di Città dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, programmando la festa organizzata dalla Questura etnea nella piazza barocca, ricordando così anche il sacrificio di Filippo Raciti, agente che ad Acireale aveva la sua residenza.

Raciti, lo ricordiamo, fu l’ispettore capo della Polizia che perse la vita al termine della partita Catania-Palermo, a causa degli scontri fra tifosi e forze dell’ordine, il 2 febbraio del 2007 e al quale verrà intitolata una via del territorio attualmente in costruzione.
È la prima volta che da Catania la Festa della Polizia si “trasferisce” in un comune della Provincia.

“Pensare - ha detto il sindaco acese, Nino Garozzo - che le feste della Polizia si tengano nella città capoluogo e per la prima volta dopo 158 anni si decida di rendere omaggio ad Acireale, è segno di grande attenzione verso gli uomini e le donne del commissariato cittadino, ma anche di grande considerazione per questa città”.

Il primo cittadino acese, ha ringraziato per la decisione il questore Pinzello per questo “momento di gioia e orgoglio” e ha tenuto a ringraziare anche il presidente della Provincia di Catania, Giuseppe Castiglione, che ha voluto compartecipare alla buona riuscita della manifestazione.

Uno schieramento di forze e i gonfaloni dei diversi comuni etnei hanno fatto il loro  ingresso in piazza salutando le numerose autorità presenti alla cerimonia, in testa il prefetto di Catania Vincenzo Santoro, il questore di Catania Domenico Pinzello, il sindaco di Acireale Antonino Garozzo e il rappresentante della Provincia, Nello Catalano.
 


Riconoscimento. Premiata una scuola cittadina
 
ACIREALE (CT) - Oltre ai riconoscimenti insigniti agli agenti particolarmente meritevoli, un encomio speciale è andato a una scuola acese, l’istituto Vigo Fuccio La Spina.
Il dirigente scolastico, Maria Castiglione, ha ricevuto delle targhe ricordo per la realizzazione di alcuni elaborati grafici e riflessioni sui temi del bullismo e della solidarietà, nell’ambito del progetto di educazione alla legalità “Silenzio in aula” realizzato dalla Questura di Catania.
La cerimonia, si è conclusa con l’esecuzione dell’inno alla Regione siciliana eseguita dal coro della Polizia di Stato.
“Una cerimonia – ha commentato il sindaco di Acireale, Nino Garozzo - suggestiva per i contenuti e per la scenografia barocca davvero straordinaria. Ritengo che la città abbia dimostrato di essere all’altezza di un evento davvero significativo”.

Articolo pubblicato il 18 maggio 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus