Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Clientes falcidiati, ma strapagati
di Raffaella Pessina

Allegato 1. La tabella H che riappare in Finanziaria 2010.
Cambia denominazione. Non si chiama più tabella H, ma allegato 1 e prevede 58 milioni di euro da dividere tra 101 enti, molti di meno rispetto ai 253 del 2009 con 78 milioni assegnati.
Oltre 2 milioni di euro. Aumenta il numero di enti destinatari di contributi della soglia oltre 2 milioni di euro. Al primo posto il Fondo speciale per lo sport con 9 milioni di euro contro 1,8 milioni nel 2009.

Tags: Tabella H, Finanziaria, Clientes



PALERMO - È come giocare a nascondino, cambiare posto dove nascondersi, ma poi alla fine uscire fuori per la gioia di pochi. Stiamo parlando dell’elenco dei contributi ad associazioni, fondazioni e vari enti che ogni anno è stato inserito in Finanziaria nella tabella H. Fino a quando nel 2009 il commissario dello Stato ha detto basta. Ma nella Finanziaria 2009 l’elenco rispunta sotto forma di Allegato 1. Pubblichiamo l’intero elenco, estrapolandolo dalla Gazzetta ufficiale della Regione siciliana del 14 maggio scorso. Abbiamo ordinato l’elenco dal contributo più alto (9 milioni al Fondo speciale per lo sport) a quello più basso (24 mila € al Museo del giocattolo di Catania) per un totale di 58 milioni da dividere in 101 beneficiari.
 
Si chiama “allegato 1”, ma in pratica è la famosa Tabella H che tante polemiche ha suscitato per la enorme quantità di denaro che viene stanziato ogni anno per soddisfare le richieste dei clientes. Quest’anno la somma stanziata nella finanziaria 2010 è di ben 57 milioni e 642.000 euro, soldi che andranno a beneficiare 101 associazioni o capitoli di spesa.
A maggio del 2009, nell’art. 77 (commi 2 e 3 ) della Finanziaria ne erano stati stanziati più di 78,3 milioni e i destinatari erano 253. Molti di quegli enti facevano capo a questo o quel deputato. Il commissario dello Stato decise di impugnare l’art.77 e il provvedimento scatenò in Aula un lungo e travagliato dibattito. Ci fu chi chiese, Salvino Caputo, di ricorrere alla Cassazione per far valere sotto il profilo istituzionale le prerogative del Parlamento stesso. La Tabella H in pratica era stata per così dire eliminata in un primo tempo, ma in realtà l’elenco dei beneficiari andava a ricollocarsi proprio all’interno dell’art.77. Quindi in realtà non sarebbe cambiato niente. Da qui la decisione del commissario dello Stato. Per il 2009 comunque i contributi sono stati salvati, anche se non tutti, grazie a un decreto di variazione al Bilancio, pubblicato sulla Gurs n. 40 del 28 agosto 2009, che ha garantito 78,3 milioni di euro a 122 clientes.

Ma torniamo alla Finanziaria per il 2010. A novembre dello scorso anno, nel disegno di legge originario della Finanziaria 2010 venne fatta rivivere la tabella H in sostituzione dei commi impugnati dell’art.77.
In quel nuovo elenco i beneficiari si riducevano a 118 e l’importo stanziato era di 40,6 milioni di euro. In quella tabella si è registrata una riduzione degli importi a favore dei vari clientes, ma mai un taglio netto, per non perdere l’appoggio del bacino di riferimento. Oggi la somma è salita di circa 17 milioni di euro, ma le voci sono scese da 118 a 101. Anche se, per dovere di cronaca, alcune voci raggruppano alcune associazioni per affinità. Per esempio alla voce al sesto posto in classifica “Interventi in favore di enti ed altri organismi” il totale di 1.725 migliaia di euro si articola così: Isida 900 mila euro; Isas 245 mila euro; Isvi 63 mila euro e Csei 480 mila euro. O ancora al trentesimo posto nella nostra classifica le 600 mila euro come  “Contributo annuale alla Fondazione Museo Mandralisca di Cefalù” sono così suddivisi: 250 mila euro alla Fondazione Museo Mandralisca di Cefalù;180 mila euro all’Associazione per la conservazione delle tradizioni popolari Museo delle marionette di Palermo; 100 mila euro all’Istituto internazionale del Papiro di Siracusa; 70 mila euro alla Fondazione Piccolo di Calanovella di Capo d’Orlando.

Ma quali sono le associazioni che non hanno resistito a questo tsunami dovuto probabilmente anche al cambio della maggioranza al Governo?  Non ce l’hanno fatta Amnesty International, il presepe vivente di Custonaci, il Circolo matematico di Palermo, il centro Regionale Siciliano Radio e Telecomunicazioni, altri capitoli sono stati soppressi perché raggruppati.

Aumentano le voci nello scaglione dei contributi sopra i due milioni di euro: 9 milioni al potenziamento delle attività sportive isolane  (a maggio erano 1.800.000, a novembre 5.249.000); 2,300 milioni di euro per l’Unione Italiana Ciechi ( 2,070 a maggio, 1,490 a novembre); allo sport vengono dati altri contributi per “società sportive professionistiche, semi professionistiche e dilettantistiche nello scaglione delle voci “oltre un milione di euro (stanziati 1,200 milioni, a maggio questa voce non compare, a novembre era di 1.050 milioni). Resiste il Centro Regionale Helen Keller di Messina (cani per ciechi) con un milione di euro di contributo (1,013 milioni  a maggio, 730.000 a novembre). Resiste il Banco alimentare, voluto da Totò Cuffaro con 775.000 euro (489.000 a maggio, 502.000 a novembre). Rispunta lo sport con il Club Amatori Sport di Catania con 400.00 euro ( 200.000 a maggio e 324.000 a novembre). Aumenta anche il contributo per l’Ente Autonomo di Pergusa: 750.000 euro ( 700.000 a maggio e 583.000 a novembre).

Alcune curiosità: l’Accademia degli Zelanti e dei Dafnici di Acireale ritorna al suo posto in classifica con 130.000 euro (stessa cifra a maggio, ma eliminata a novembre). Pochi sia in termini di numero che in quelli di contributo i clientes che hanno ottenuto contributi al di sotto dei 50.000 euro: 11 tra associazioni ed enti tra i quali l’Associazione Ioco di Catania ( 24.000), il Premio di Giornalismo Mario Francese (24.000), l’Avis di Alì Terme e il museo di Militello Val di Catania.


Allegato 1: Contributi ad enti ed associazioni (importi in migliaia di €)
 
Oltre 2.000.000,00 euro

1. Fondo speciale destinato al potenziamento delle attività sportive isolane         9.000
2. Associazioni regionali alle vatori della Sicilia    4.700
3. Unione italiana ciechi per il funzionamento della stamperia Braille             2.500
4.Unione italiana ciechi                 2.300
5. Associazioni concertistiche         2.130
di cui:
  Conservatorio musicale V. Bellini - PA (30 mgl di euro)
  Istituto musicale V. Bellini CT (13 mgl di euro)
  Associaz. cult. orchestra filarmonica siciliana F. Ferrara (30 mgl di euro);
  Associazione filarmonica Santa Cecilia di Agrigento (123 mgl di euro)
  Associazione amici della musica Salvatore Cicero di Cefalù (65 mgl di euro);
  Consorzio internazionale  Vincenzo Bellini di Caltanissetta (100 mgl di euro);
  Associaz. filarmonica Laudano (30 mgl di Euro)

Totale        20.630

Oltre 1.000.000,00 euro

6. Interventi in favore di enti ed altri organismi         1.725
7. Centro per lo studio dei neurolesi lungodegenti di Messina                1.446
8. Comitato permanente di partenariato dei poteri Locali e regionale (COPPEM)            1.250
9. Organi regionali e provinciali delle associazioni nazionali di assistenza, rappresentanza e tutela del movimento cooperativistico 1.296
10. Società sportive professionistiche, semi Professionistiche e dilettantistiche     1.200
11. Spese funzionamento dei consorzi costituiti ai sensi dell’art. 5 della legge regionale 5 agosto 1982, n. 88 (ex cap. 143305)                     1.134

Totale        8.051

Fino a 1.000.000,00 €

12. Comitato regionale della Sicilia dell’Ente nazionale       per la protezione e l’assistenza dei sordomuti     1.000
13. Centro regionale Helen Keller             1.000
14. Centro per la raccolta del sangue umano e Associazioni donatori di sangue di cui:
(ex 421702) Avis di Alì Terme 50 migliaia di euro    954
15. Associazioni venatorie ed ambientaliste         900
16. Istituto superiore del giornalismo         900
17. Organizzazioni per l’assistenza di malati oncologici terminali di cui         850
  400 migliaia di euro alla SAMOT e 300 migliaia di euro alla SAMO
18. Sagra del mandorlo in fiore e dei carnevali storici e della Settimana Santa di Caltanissetta -Real maestranze         829
19. Fondazione banco alimentare ONLUS         775
20. Ente autodromo di Pergusa                       750
21. Orti botanici di Palermo, Catania e Messina     750
22. Scuola regionale di sport per la Sicilia con sede in Ragusa                750
23. La casa del sorriso ONLUS - Monreale         729
24. Centro di accoglienza Padre Nostro         700
25. Associazione Telefono Arcobaleno         675
26. Associazioni, fondazioni e centri studi impegnati nella lotta alla mafia di cui 200 migliaia di euro al Centro studi Pio La Torre                654
27. Fondazione “Federico II”                 650
28. Enti assistenziali non aventi fini di lucro         648
29. Sussidi straordinari e contributi alle associazioni culturali e ricreative per spese di funzionamento e per il finanziamento di attività specifiche di cui:
  100 migliaia di euro al Rises di Palermo
  100 migliaia di euro al SEGE di Palermo        630
30. Contributo annuale alla Fondazione Museo Mandralisca di Cefalù, e ad altri di cui:
  250 migliaia di euro alla Fondazione Museo Mandralisca di Cefalù;
  180 migliaia di euro all’Associazione per la  conservazione delle tradizioni popolari Museo delle marionette di Palermo;
  100 migliaia di euro all’Istituto internazionale del Papiro di Siracusa;
  70 migliaia di euro alla Fondazione Piccolo di Calanovella di Capo d’Orlando.    600
31. Consorzio per la formazione, ricerca, università per il Mediterraneo (FORUM)    540

Totale        15.284

Fino a 500.000,00 €

32. Fondazione Giuseppe Whitaker            500
33. Consorzio universitario per l’Ateneo della Sicilia occidentale e del bacino del Mediterraneo                 500
34. Associazione nazionale mutilati ed invalidi civili                    472
35. Fondazione Ignazio Buttitta                 470
36. Centro studi Don Calabria                435
37. Società sportive siciliane che partecipano a campionati nazionali che propagandano attività e produzioni di rilevanza regionale                400
38.Club amatori sport di Catania                 400
39. Pontificia facoltà teologica di Sicilia         405
40. A.R.C.E.S.     400
41. Ricercatori singoli od in equipes operanti in strutture sanitarie pubbliche per la cura della talassemia.            350
(ex cap. 413705)
42. Associazione Telefono Azzurro di cui:
  90 migliaia di euro per il servizio telefonico nazionale 19696                350
43. Osservatorio permanente sulla criminalità organizzata                350
44. Associazione culturale “Officina di studi medievali”     350
45. Contributo alla fondazione Fulvio Frisone per le spese di gestione        324
46. Progetto per l’impiego delle cellule staminali cordonali                292
47. Istituto Gramsci siciliano di Palermo         280
48. Istituto superiore internazionale di scienze criminali     262
49. Istituto ISCOT di Palermo (81 migliaia di euro)
  Associazione museo fortificazioni costiere della Sicilia di Brolo (70 migliaia di euro)
  Associazione OIKOS di Barcellona (100 migliaia euro)
 
TOTALE              251

50. Sussidi al Centro studi “F. Rossitto” di Ragusa edaltri                 250
51. Contributo alla “Fondazione The Brass Group” per la gestione ordinaria         250
52. Contributo per la salvaguardia, la valorizzazione e la ristrutturazione del Teatro comunale di Adrano         250
53. Associazioni e complessi bandistici         234
54. Sede regionale dell’Associazione italiana sclerosi       multipla e Associazione siciliana medullolesi spinali ONLUS con sede in Palermo (150 mgl di euro)             220
55. Contributo in favore dell’associazione PROSAM (106 migliaia di euro) e dell’associazione culturale Pompeo Colajanni di Enna (106 migliaia di euro)    212
56. Contributi ai comuni per l’esercizio delle tonnare                                 210
di cui: alla Tonnara del comune di Erice (43 migliaia di euro)
57. Contributo per le spese di funzionamento ai consorzi agrari funzionanti in regime ordinario e      specificatamente per il Consorzio agrario di Palermo per le finalità dell’articolo 29 del reg. CE n. 1698/2005 del Consiglio del 20 settembre 2005 sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEARS)    200
58. Associazione Lapidei                 200
59. ONLUS “Missione di speranza e carità”         200
60. Accademie, società di Storia Patria di cui 130 migliaia di euro all’Accademia degli Zelanti e dei Dafnici        200
61. Spese di funzionamento del “Consorzio interregionale per la formazione dei divulgatori agricoli”            200
62. Associazione siciliana consorzi ed enti di bonifica (ASCEBEM)                200
63. Modifica denominazione                  200
Centro di cultura scientifica Ettore Majorana e scuola di fisica Ettore Majorana
64. Federazione movimenti per la vita e centri di aiuto alla vita della Regione Sicilia                          197
65.  Associazioni di volontariato di talassemici                      197
66. Targa Florio                                     193
67. Centro studi filologici e linguistici (50 migliaia di euro) e Società siciliana di Storia Patria (127 migliaia di euro)                     177
68. Associazioni, organizzazioni, enti e patronati operanti in Sicilia in favore degli emigrati di cui: USEF 40 migliaia di euro    170
69. Centro siciliano di fisica nucleare         160
  Sturzo (CESS) 120 migliaia di euro totale         154
70.Studio teologico San Paolo con sede in Catania    150
71. Studio teologico San Tommaso con sede in Messina    150
72. Fondazione “Leonardo Sciascia”         150
73. Adrano Contributo all’associazione “Fiumara d’arte”                 150
74. Unione italiana ciechi e Ente nazionale sordomuti.     135
75. Centro interdipartimentale per la diagnosi e cura dell’epilessia (52 migliaia di euro) e Centro per il controllo e cura della sindrome di Down (78 migliaia di euro)                 130
76. Musei non regionali di cui Museo delle ceramiche                128
77. Associazioni in difesa dei diritti umani Meter     122
  di Burgio (50 mgl di euro)
78. Associazione italiana ricerca sul cancro per manifestazione “Arancia della salute”    120
79. Istituto per la dottrina e l’informazione sociale (Idis on line)                 108

Totale        12.408

Sotto i 100.000,00 €

80. Centro di informazione comunitaria “Carrefour Sicilia”                100
81. Comune di Bagheria per il funzionamento della Galleria d’arte moderna        100
82. ISSPE di Palermo     100
83. IRSSAT     100
84. Associazione recupero cerebrolesi         100
85. Istituto documentazione, ricerche e formazione per gli enti locali (ISEL)     90
86. Centro nazionale di studi pirandelliani        78
87. Club Mediterraneo delle ustioni             65
88. Cerdfos, Erripa, Centro studi “A. Grande”, Centro regionale studi “A. Grimaldi”, Centro studi “Il lavoro”        60
89. Rappresentanze regionali delle associazioni inquilini e assegnatari di alloggi        60
90. Associazione Faro di Pace con sede in Canicattì per spese di funzionamento    52

Totale        905

Sotto i 50.000,00 €

91. Sussidi a istituti non statali per ciechi e sordomuti.     50
92. AVIS di Alì Terme    50
93. Centro regionale della fauna selvatica         49
94. Premi annuali “Nicholas Green”         41
95. Modifica denominazione Fondazione G. Whitaker –
  Premio internazionale sulle ustioni e borsa di studio di perfezionamento in chirurgia plastica e terapia ustioni        40
96. Contributi al comune di Castelbuono per museo naturalistico “F. Mina’”        36
97. Museo S. Nicolò e SS. Salvatore di Militello in Val di Catania                 35
98. Centro studi Nuove religioni                 33
99. Enti e patronati giuridicamente riconosciuti - Assistenza sociale degli esercenti attività commerciale            30
100. Premio nazionale di giornalismo in memoria di Mario Francese        26
101. Associazione IOCO per la raccolta e la conservazione di giocattoli antichi, per la manutenzione dei locali e per l’attività necessaria alla pubblicizzazione, conoscenza e fruizione del Museo del giocattolo di Catania         24

Totale        404

Spese in conto capitale

Totale stanziamenti rideterminati
Spese correnti .    56.994
Spese in conto capitale.          648

Totale stanziamenti    57.642


Fonte: Gazzetta ufficiale regione siciliana n. 23 del 14 maggio 2010

Articolo pubblicato il 19 maggio 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐