Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Il giallo dei fondi Fas. Le priorità sono indicate
di Liliana Rosano

Fondo aree sottoutilizzate: ridotto da 4,3 a 4 miliardi e mai arrivato. Il 27% delle risorse per attrattori culturali e territoriali

Tags: Fas



Palermo - La vicenda dei fondi Fas ha l’aria di essere un giallo politico. Non solo la delibera 1/2009 del Cipe ha ridotto l’importo a 4.093,784 milioni di euro rispetto ai 4.313,481 stabiliti nel 2007, ma ancora di fatto i soldi non sono arrivati nelle casse della Regione siciliana.
Il presidente Raffaele Lombardo recentemente ha parlato della vicenda dei fondi  Fas  come di “uno scippo con l’intenzione di sollevare il problema a livello comunitario”.
I fondi per le aree sottoutilizzate sono un’altra bella opportunità per la Sicilia.  Infatti, la giunta lo scorso 11 marzo ha approvato il Programma attuativo regionale, fissando priorità, obiettivi e linee d’azione. Per il Fas 2007-2013 sono state stabilite otto priorità: dalla valorizzazione delle risorse umane alla competitività delle attività produttive, all’ambiente ed energia, e fissati progetti per attuare gli obiettivi.
Si passa dai progetti più generici, come l’orientamento al lavoro, l’integrazione tra sistema produttivo ed enti locali alla realizzazione di numerose infrastrutture.
Tra le otto priorità  del piano attuativo, quella per cui è stata prevista un ammontare più corposo è senza dubbio la priorità 4: valorizzazione degli attrattori culturali e del territorio, i cui interventi assorbono il 26,8 per cento delle risorse per una somma di 1 miliardo e 157 milioni di euro. Rientrano in questa priorità progetti come la riqualificazione ambientale, utilizzo delle tecnologie innovative per la difesa dell’ambiente, la valorizzazione delle foreste.
Le altre quote consistenti del Fas appartengono alle priorità Ambiente ed energia e Coesione e qualità della Vita.
In quest’ultimo caso il miliardo a disposizione rappresenta il 24,9% del totale delle risorse e sarà utilizzato, secondo i progetti descritti, anche per l’edilizia scolastica e le isole minori.
Mentre per l’ambiente e l’energia si è deciso di investire il 24 % e molti sono gli interventi concreti, come il completamento di dighe e delle strutture di distribuzione idrica.

Articolo pubblicato il 21 maggio 2009 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • Fondi Ue: 14,8 mld senza progetti - Europa. Le risorse deliberate a vuoto.
    Smentita la proroga. Per la nuova programmazione 2007-2013 non sono previste progoghe. La spesa è ammessa entro il 31 dicembre 2015, secondo anno successivo a quello di scadenza.
    Programmazione monofondo. L’autorità di gestione è la Regione e ogni fondo (Fesr, Fse, Feasr, Fep) fa capo ai dipartimenti; Programmazione, Formazione, Agricoltura e Pesca. (21 maggio 2009)
  • Il giallo dei fondi Fas. Le priorità sono indicate - Fondo aree sottoutilizzate: ridotto da 4,3 a 4 miliardi e mai arrivato. Il 27% delle risorse per attrattori culturali e territoriali (21 maggio 2009)


comments powered by Disqus