Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Piano cave in emanazione e ipotesi di miniere saline
di Maria Rosaria Minà

Tags: Rossana Interlandi



A che punto è l’iter per l’approvazione del Piano cave?
“Dopo 30 anni siamo in fase di emanazione. è un Piano che risale agli anni Settanta, e che ha già bisogno di un aggiornamento. Frutto di uno studio commissionato circa 15 anni fa e destinato a censire tutti i giacimenti sfruttabili, oggi presenta una non corrispondenza sia morfologica che numerica. Infatti, quando abbiamo attivato la Vas, sono piombate molte osservazioni dai diretti interessati, soprattutto concessionari di cave, i quali chiedono che il proprio giacimento venga inserito nel piano, per poter aspirare ad un rinnovo di concessione.
Si tratta di  richieste che non possiamo prendere in considerazione, al momento, perché è importante chiudere il piano.
Noi stiamo stringendo i tempi per dotare la Sicilia di un Piano regionale delle cave.
Le richieste sono state congelate momentaneamente, e una volta approvato potrà immediatamente partire la fase di aggiornamento. Ci sarà pertanto una fase transitoria che sarà governata con apposite regole”.

Altro tema importante è quello delle miniere dismesse. Qual è il futuro di questi siti?
“È un tema quanto mai attuale. Sono dei siti che storicamente hanno rappresentato tanto in Sicilia, soprattutto nell’entroterra, dove si trovano le miniere di zolfo. Da poco è stata inaugurata la Trabia- Pallarita, tra Riesi e Sammatino , a cura dei Beni Culturali, che è diventata un museo della cultura delle zolfare; sono templi di archeologia industriale importante. Poi ci sono le miniere di sali potassici, che è un altro tema su cui la politica si sta interrogando in questo momento, con possibilità di valutare quale futuro destinare. La commissione Attività produttive all’Ars ritiene che su qualcuna si possa ritornare a coltivare”.

Articolo pubblicato il 20 maggio 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento

comments powered by Disqus