Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Nell’era di internet manca il turismo informatizzato
di Massimo Mobilia

Tra i 10 Str solo Agrigento è sul web. Gli altri siti attendono i fondi. Al turista negato il mezzo più veloce per prenotare

Tags: Turismo, Internet



PALERMO – La principale missione dei Servizi turistici regionali è quella di offrire “assistenza ai turisti e agli operatori del settore” con attività d’informazione e consulenza. Ma nell’era digitale in cui, anche nel turismo, dalla promozione del territorio, alle informazioni sulle strutture ricettive, fino alle prenotazioni alberghiere, si utilizza internet come principale mezzo di comunicazione, la Sicilia rimane indietro.
Nessuno dei nuovi Str, infatti, è presente sul web, con la sola eccezione del Servizio di Agrigento, che è dotato di un completo sito internet e che ha anche un portale per l’Unità operativa di Sciacca. Niente sito internet, invece, nei Servizi delle tre province più grandi di Palermo, Catania e Messina, e neanche per Taormina, la meta turistica siciliana più conosciuta e ambita dai turisti.
Inoltre, delle vecchie Aast sono ancora funzionanti solo i siti web di Acireale, Capo d’Orlando, Isole Eolie, Milazzo e Nicolosi Etna, che saranno Unità operative degli Str. Nel 2010 quindi, il livello di informatizzazione del turismo siciliano è davvero scadente e la causa è da ricercare sempre nella mancanza di risorse che la Regione dovrebbe predisporre per attivare i nuovi siti internet.
Gli altri mezzi di promozione non stanno meglio. Anche per stampare brochure, infatti, nel corso del 2009 gli Str hanno dovuto richiedere alla Regione dei contributi specifici (in media solo 10 mila euro a testa come ci confermano alcuni Str), perché le risorse per le spese di funzionamento non bastavano. Difficoltà anche per organizzare eventi di richiamo turistico: anche in questo caso gli Str devono richiedere all’assessorato dei finanziamenti specifici, non avendo sufficienti risorse a disposizione.

Articolo pubblicato il 02 giugno 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • Ex Aast come ammortizzatori sociali -
    Turismo. Visitatori disorientati abbandonano l’Isola.
    Dislocazione. I Servizi turistici territoriali in molti casi sono lontani dal centro città e difficili da raggiungere, inoltre sono assenti su Internet e così i turisti “fuggono” dall’Isola.
    Visitatori in calo. Rispetto al 2008 i visitatori italiani sono diminuiti del 7,54%, gli stranieri dell’11,68% (-9,21% il dato complessivo di pernottamenti in meno nel 2009).
    (02 giugno 2010)
  • Nell’era di internet manca il turismo informatizzato -
    Tra i 10 Str solo Agrigento è sul web. Gli altri siti attendono i fondi. Al turista negato il mezzo più veloce per prenotare
    (02 giugno 2010)
  • Il bilancio 2010 ha tagliato del 50% le risorse agli Str -
    Il dirigente del dip. reg. Turismo riconosce i problemi di funzionamento. Salerno: “Per le spese dovremo rivolgerci alla Presidenza”
    (02 giugno 2010)


comments powered by Disqus