Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

L’innovazione è lontana si procede a piccoli passi
di Michele Giuliano

Documenti finanziari in via telematica e certificazione anagrafica via web. Da Siracusa e Agrigento arrivano novità importanti

Tags: Pec, Pa, Enti Locali



PALERMO - In mezzo a tanta desolazione sulle reti civiche on-line in Sicilia, spunta anche l’esempio di un Comune che, seppur ancora con le sue lacune, è riuscito comunque a dire stop al cartaceo. In che modo? Ha dato vita alla trasmissione telematica dei documenti finanziari del Comune convalidati dalla lettura di una smart card di riconoscimento e dall’inserimento di una password. Poche semplici operazioni, alcuni passaggi di mouse e tastiera, e per i responsabili dei servizi “entrate” e “spese” diventa più comodo, facile, e rapido trasmettere gli ordini al Servizio di tesoreria gestito da Unicredit.

“Ordinativo telematico” è il progetto presentato dal Comune aretuseo che regolamenterà il nuovo corso dei rapporti tra l’Ufficio ragioneria comunale e la tesoreria. Il primo invio informatizzato è stato effettuato alle 12,25 del 15 gennaio scorso al termine di un periodo sperimentale, durato due mesi, durante il quale le due procedure, cartacea e telematica, sono andate avanti parallelamente mettendo in condizione i tecnici di analizzare ed intercettare eventuali disallineamenti. Da una qualunque postazione abilitata, i funzionari possono dialogare con la “scrivania” virtuale dove i documenti vengono depositati in attesa della firma digitale, utilizzando l’applicativo “Tlq web enti”, realizzato dalla Società quercia software di Verona.

“Un fiore all’occhiello per la nostra amministrazione - ha detto il sindaco Visentin - primo capoluogo di provincia siciliano e Comune più grande d’Italia a essersi dotato di questo importante strumento telematico. Esso ci permetterà non solo di accorciare i tempi di pagamento ma nel suo complesso snellirà tutto”.
Da segnalare anche le novità introdotte di recente ad Agrigento, dove a breve partirà il nuovo servizio di emissione di certificazione anagrafica on-line con firma e timbro digitale.

Articolo pubblicato il 22 giugno 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • Comuni sulla carta e non on-line -
    Enti locali. Computer e internet questi sconosciuti.
    Pec a singhiozzo. La Posta elettronica certificata è attiva ormai ovunque, ma scarseggiano le caselle attive. Molte amministrazioni, infatti, ne hanno soltanto una.
    Pagamenti on-line. Forse la più grande mancanza: a Catania si possono pagare contravvenzioni e Ici, a Caltanissetta le multe; per il resto, solo tante promesse non mantenute.
    (22 giugno 2010)
  • L’innovazione è lontana si procede a piccoli passi -
    Documenti finanziari in via telematica e certificazione anagrafica via web. Da Siracusa e Agrigento arrivano novità importanti
    (22 giugno 2010)
  • Panoramica sulle norme costantemente ignorate -
    Cosa sarebbe dovuto cambiare e tutto quello che è rimasto uguale. Quello che prevedono le più recenti leggi in materia
    (22 giugno 2010)


comments powered by Disqus