Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Palermo - Varato finalmente il Preventivo le partecipate riunite in holding
di Agostino Laudani

Tagli per il direttore generale, cellulari e auto blu. Destinati 3 mln € alle emergenze sociali. In Consiglio il centrosinistra e l’Mpa si oppongono, il Pdl-Sicilia esce dall’aula

Tags: Tagli Alla Spesa Pubblica, Auto Blu, Emergenze Sociali



Il Consiglio comunale, sul filo del rasoio, ha approvato ieri mattina il Bilancio 2010. Sul piano politico, sono emerse palesemente tutte le spaccature degli ultimi mesi: lo strumento di previsione è passato infatti con i voti del centrodestra, mentre il centrosinistra si è opposto insieme al Mpa e il Pdl-Sicilia ha abbandonato l’aula nel corso dei lavori.

RISPARMI - Tra le principali novità, il Bilancio prevede che dal 2011 non sarà più rinnovato l’incarico di direttore generale del Comune di Palermo a Gaetano Lo Cicero, e l’incarico sarà ricoperto da un funzionario interno all’ente; tra 6 mesi sarà realizzata un’unica holding che raggruppa le varie società partecipate, con il conseguente azzeramento dei vari consigli d’amministrazione e l’individuazione di un amministratore unico; un altro emendamento ha previsto l’abbattimento dei costi delle aziende, con tagli per quello che riguarda l’uso di telefoni cellulari e le auto blu.  L’aula ha deciso, inoltre, di destinare 3 milioni a sostegno delle comunità alloggio per disagio psichico, dell’emergenza abitativa e per la ristrutturazione di immobili per i senza-casa, per il trasporto dei disabili e per l’assistenza domiciliare agli anziani.

Sono state destinate, infine, risorse aggiuntive anche per la ristrutturazione degli asili comunali. “Con quello che risparmieremo - dice il consigliere del Pd, Davide Faraone - non rinnovando il contratto a Lo Cicero, che come indennità percepisce 250 mila euro l’anno, ristruttureremo tutti gli asili della città. Un atto dovuto per i nostri bambini”.

MPA E FUTURO - Preoccupazione per il prossimo biennio è stata espressa sul fronte dell’Mpa. “Il bilancio di previsione 2010, nonostante la sottrazione dei 18 milioni di euro Tarsu, salvaguarda il Teatro Biondo, cui sono stati trasferiti 3,5 milioni di euro ed alcuni servizi sociali che sono stati mantenuti, tra cui il contributo per affitti, il trasferimento dei fondi per i malati di mente ed il sostegno agli anziani”: lo hanno dichiarato consiglieri dell’Mpa, Sandro Oliveri, Leonardo D’Arrigo e Mimmo Russo, presenti al momento del voto, che hanno aggiunto: “Preoccupa non poco la manovra finanziaria degli anni 2011 e 2012. Il bilancio di previsione 2011 si annuncia più nero che mai. Gesip e teatri Biondo e Massimo, nel caso non intervenissero novità con l’approvazione definitiva della legge finanziaria nazionale, saranno i soggetti più colpiti: infatti, 48 milioni di euro per l’anno 2011 e 73 milioni di euro per il 2012 rappresentano le minori entrate derivanti dai trasferimenti statali”.

“Rispetto alle previsioni, la manovra finanziaria non presenta novità - dichiarano i consiglieri - i servizi nel 2010 subiscono una flessione, le risorse derivate dal rendiconto 2009 ammontano ad appena 6,5 milioni di euro, sono state interamente assorbiti dalla necessità del riequilibrio dalle necessità di bilancio 2010. Non sarà prevista, quindi, nei prossimi mesi un’ulteriore variazione.

“La mazzata per i cittadini palermitani arriverà nel biennio 2011-2012. La novità è rappresentata da un emendamento che impegna l’amministrazione a predisporre un atto da inviare al Consiglio Comunale entro il prossimo il 31 ottobre per la costituzione di una holding per l’erogazione di servizi forniti dalle aziende. Entro il prossimo 31 dicembre, dovranno essere pronti tutti gli atti necessari alla fusione ed alla incorporazione delle società partecipate definendo gli assetti societari in atto decaduti ed in regime di proroga con amministratori unici”.

PD E SOCIALE - “I ventitre ‘salvatori’ di Cammarata votano un pessimo bilancio di previsione, nessun investimento e opera pubblica capace di incidere positivamente nello sviluppo della città. Il centrosinistra riesce ad incidere con un emendamento che incrementa la spesa sociale per 3 milioni di euro. Disagio psichico, assistenza anziani, trasporto disabili e politiche abitative”:. è il commento del capogruppo del Partito Democratico in Consiglio, Rosario Filoramo. “In particolare sulle politiche abitative - puntualizza il consigliere - sono stati approvati un intervento per l’emergenza abitativa, cioé un ricovero provvisorio in strutture alberghiere per i senzatetto di 200.000 euro e il rifinanziamento per 800.000 euro dell’integrazione all’affitto, al fine di dare corso alla riapertura della graduatoria che escludeva quei nuclei familiari che avevano presentato istanza parzialmente incompleta ma sostanzialmente idonea a fruire del contributo. Si tratta di circa 800 famiglie che potranno così regolarizzare l’istanza e ricevere finalmente il contributo. In tal modo si dà esecuzione alla mozione da me presentata ed approvata dal Consiglio nel mese di aprile”.

Articolo pubblicato il 07 luglio 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus