Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Sciogliere le Province e liberare i fondi europei
di Maria Rosaria Minà



Crede che a breve ci sarà un rimpasto?
“Non necessariamente. Sarà Lombardo a valutare come garantire alla Sicilia un nuovo Governo, il che implica che ci siano delle condizioni politiche per farlo. Da parte nostra dico che ormai siamo alla frutta: diamo ancora forse 48 ore, dopo di che il presidente o prende decisioni concrete e coerenti o non potrà contare più sul nostro appoggio”.

Qual è l’idea di Governo proposta dal Partito Democratico?
“La nostra idea di Governo, è che abbia un’anima, un progetto ed una prospettiva comune. Condizione, quest’ultima, che più delle altre viene a mancare  per il Pd. Bisogna agire subito, senza temporeggiare. L’unica cosa che in questo momento non bisogna fare è quello di galleggiare, facendo un danno gravissimo alla Sicilia”.

Quali sono i 4 interventi prioritari di cui la Sicilia ha bisogno?
“Sbloccare l’amministrazione e mettere in circuito le risorse comunitarie. Dare attuazione alle norme che sono state fatte. Ne è un esempio la norma che consentirebbe di far ripartire l’edilizia attraverso il sostegno alle cooperative edilizie, o ancora la norma che consente di avere mutui a tasso zero fino ad un massimo di 300 mila euro per chi volesse avviare lavori di risanamento nei  centri storici; approvata lo scorso anno, non è ancora partita. Si tratta solo di alcuni esempi che dimostrano quanto sia necessaria un’amministrazione al servizio del Governo, che dia la prova che il Governo c’è.
Un terzo intervento importante credo che sia lo scioglimento delle Province, peraltro già l’art.15 dello Statuto che prevede il libero consorzio. Ed infine vivere in una Regione con meno Regione. Oggi è troppo pesante e presente. Bisogna decentrare, decentrare, decentrare”.

Cosa ne pensa della questione dei dirigenti regionali che sono stati destituiti?
“I problemi non si affrontano rinviandoli. È insopportabile pensare che con il tempo ogni cosa si aggiusta”.

Articolo pubblicato il 13 luglio 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento

comments powered by Disqus