Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Messina - Piano regolatore, la proposta c’è, il dibattito non si prospetta facile
di Francesco Torre

Nel documento mancano però valutazioni sulle case in aumento e sui residenti in calo. Chiunque potrà formulare le proprie valutazioni, anche via internet

Tags: Lipari, Piano Regolatore, Edilizia, Risanamento



Messina - Piano regolatore generale. Tra le promesse del sindaco Giuseppe Buzzanca vi era anche il suo aggiornamento, reso indispensabile per fermare lo scempio sulle colline legato alla cementificazione selvaggia ma anche per effettuare una progettazione urbana integrata che possa mettere al centro importanti obiettivi strategici. E una prima bozza di Prg, in effetti, è già sul tavolo del primo cittadino e dell’assessore all’urbanistica Giuseppe Corvaja. Anzi, di più, è già stata approvata a maggioranza dalla Giunta comunale, con il solo “distinguo” dei tre assessori udiccini che hanno preferito astenersi. Anzi, ancora di più: è presente sul sito internet istituzionale del Comune nella sezione “edilizia” e può essere “downlodata” assieme ad un questionario che potrà consentire a chiunque di formulare le proprie valutazioni (anche in forma anonima) sulla base dello stesso o in via autonoma.

Insomma, l’iter è partito, e anche se ciò non significa che si arriverà al raggiungimento dell’obiettivo, pure è dovere di chi ama la città e ha sostenuto in questi anni battaglie per il rispetto e la messa in sicurezza del territorio occuparsi in prima persona dei documenti che si stanno producendo, delle decisioni che si vogliono prendere.
Eccole, le decisioni, o almeno le principali, previste da questa nuova bozza.

Risanamento - Obiettivo primario del Comune, naturalmente, è il totale sbaraccamento e la creazione di una periferia più vivibile e integrata col resto della città.
Recupero del fronte a mare - Da leggersi come “attuazione del Piano regolatore del Porto” e dunque recupero di Maregrosso e della Falce, presumibilmente secondo gli scenari previsti da piani già presenti come il Piau (Programma innovativo in ambito urbano).

Costa tirrenica - E qui di scena è il progetto della Mortelle-Tono di Bohigas. Rilancio turistico ma con cura dell’ambiente e delle specificità del territorio. Almeno nelle intenzioni. Poi salta fuori che qui dovrà sorgere anche un campo da golf.

Zona Sud - Industria, servizi e commercio. Naturalmente al centro di questa previsione vi è il nuovo approdo di Tremestieri, ma anche la nuova Fiera, presumibilmente nell’area ex Sanderson.

Villaggi e verde - Istituzione di un Parco agricolo collinare e del Parco urbano dei Peloritani. Più tradizioni, insomma, e più verde.
Manca qualcosa, direte voi? La sicurezza, i limiti per le nuove costruzioni, una valutazione numerica sul numero delle case (in aumento) e quello dei residenti (in diminuzione)? Sì. E allora non rimane che una sola cosa da fare. Informarsi.

Leggete il documento e lasciate le vostre osservazioni. La città è vostra, nostra, così come il futuro per chi ci vorrà vivere facendovi crescere i propri figli.

Articolo pubblicato il 17 luglio 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus