Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Pochi gli investimenti per gli interventi turistici
di Liliana Rosano

Nel bilancio 2009, sono stati preventivati 12 mln per spese correnti. Per la programmazione si parla solo di 7 milioni di euro

Tags: Turismo



PALERMO - Crescono le spese per il settore turistico nel bilancio di previsione 2009. Ma se aumentano del 15% le spese destinate al settore della programmazione e degli interventi nel turismo, si parla di un aumento del 25% delle spese correnti: quelle cioè destinate a stipendi ed assegni fissi al personale dipendente. Infatti, mentre nel bilancio preventivo 2009, l’assessorato ha pensato di investire 7 milioni di euro per la programmazione turistica, sono 12 i milioni di euro preventivati per le spese correnti. E si sa queste ultime sono spese non produttive perché non finalizzate a nessuna forma di investimento. Non si sa invece come saranno spesi i soldi per la promozione turistica. Sappiamo invece che in previsione per il 2009 ci sono contributi a manifestazioni turistiche pari a 4 milioni e 284 mila euro, mentre poco più di 3 mln era la somma spesa nel rendiconto generale per l’esercizio finanziario 2007 per la stessa voce. Di questi 4 milioni, circa 3 dovrebbero andare a “Taormina arte” (2 milioni 417mila nel 2007) e 555 mila euro per le “Orestiadi di Gibellina”(441 mila euro pagati a rendiconto nel 2007), mentre per l’organizzazione, la promozione e la gestione della Sagra del mandorlo in fiore e del Carnevale di Sciacca, Acireale, Termini Imprese, Misterbianco, Barcellona Pozzo di Gotto, Trecastagni e Partanna Mondello sono previsti contributi pari a 729 mila euro (849.775,46 nel 2007).
Per il personale, la spesa in preventivo di 10 milioni non può che riguardare  gli stipendi dei dipendenti a tempo indeterminato a cui si aggiunge anche 1 milione e 728 mila euro per stipendi ed assegni fissi al personale in servizio con contratto a tempo determinato e 223 mila euro e 480 mila euro per il funzionamento dei servizi turistici regionali.

Articolo pubblicato il 02 giugno 2009 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • Stranieri in fuga dai borghi fantasma - Turismo. Arrivi e presenze 2008. Stranieri in calo
    Politica. I borghi siciliani rimangono località pressoché sconosciute perché manca una politica di programmazione e comunicazione che valorizzi questi centri e nuclei storici.
    Arrivi e presenze. Città come Cefalù e Monreale che negli anni passati registravano un boom di turisti stranieri, nel 2008 hanno perso rispettivamente il 4,73 e il 9,90 delle presenze e degli arrivi. (02 giugno 2009)
  • I borghi. Una valorizzazione mancata utile per l┬ĺeconomia siciliana -
    (02 giugno 2009)
  • Pochi gli investimenti per gli interventi turistici - Nel bilancio 2009, sono stati preventivati 12 mln per spese correnti. Per la programmazione si parla solo di 7 milioni di euro (02 giugno 2009)
  • Casa Sicilia nel mondo ┬ôscollata┬ö dalla Regione - Sono in tutto sette le sedi istituite dalla Regione dal 2002 ad oggi. “Manca una strategia unitaria e di coordinamento” (02 giugno 2009)


comments powered by Disqus

´╗┐