Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Lavoro stagionale, la Sicilia la regione con più offerte “estive”
Abbondante richiesta di figure professionali nel settore turismo e intrattenimento: +28% rispetto allo scorso anno. In cima alla classifica delle figure più ricercate troviamo l’animatore turistico col 37% di richieste



PALERMO - L’estate porta con sè migliaia di opportunità di lavoro, e mentre nel resto dell’anno la domanda di lavoro è concentrata al Nord, nel periodo estivo il Sud Italia vince incontrastato grazie all’abbondante richiesta di figure professionali nel settori turismo e intrattenimento.
Secondo i dati estrapolati da Bakeca.it, sito di annunci gratuiti con particolare sezione dedicata ai lavori nell’ambito turistico, a giugno le offerte lavorative stagionali sono state oltre 10.000, registrando un aumento del  28% rispetto all’anno scorso, delle quali il 26% sono in Sicilia, che oltre ad essere da sempre una meta prediletta dai turisti lo sta diventando anche per le persone in cerca di lavoro estivo.  

La consultazione di annunci nell’isola è aumentata del 21% rispetto al 2009, sono infatti 20.000 le persone che hanno risposto agli annunci di strutture ricettive che richiedevano personale per le mansioni più disparate: dai tradizionali impieghi come cameriere di sala e animatore turistico a figure più specialistiche come bar tender, tecnici audio e luci, fotografi, coreografi, ballerini, cantanti e artisti.

In cima alla classifica delle figure più ricercate  troviamo l’animatore turistico con il 37% di richieste. Per soddisfare la domanda non basta più essere estroversi e portati per il lavoro di gruppo, i requisiti richiesti sono ampliati nell’ultimo anno, dimostrando che l’arte di intrattenere corrisponde ad ruolo lavorativo ben definito e strutturato, come gli impieghi nei settori più ‘formali’.
In primis nel 40% dei casi l’aspirante animatore dovrà dimostrare la conoscenza fluente di almeno una lingua straniera, preferibilmente inglese o tedesco (37%), in seconda opzione lo spagnolo (25%), poi dovrà conoscere le regole principali degli sport più diffusi, saper organizzare tornei sportivi e giochi per tutte le situazioni, oltre che saper allestire la scena di uno spettacolo.  Insomma, un mestiere completo e trasversale che si merita il titolo di ‘re’ del lavoro stagionale.

Analizzando i ruoli ricercati nella categoria ‘bar turismo animatori’ di Bakeca.it, emerge che in ogni città ci sono determinate tendenze. Palermo e Catania, dove il trend del lavoro stagionale risulta più intenso, tra le  oltre 1.000 inserzioni raccolte negli ultimi due mesi si trovano numerose richieste di fotografo ‘da villaggio’, atto a immortalare tutti i momenti della vacanza.
Nella classifica dei capoluoghi con più annunci, seguono Messina e Siracusa, che grazie alla vicinanza a località di forte attrazione turistica come Taormina e Fontane Bianche, per citare due di innumerevoli esempi, si distinguono per le numerose richieste di guide turistiche, che oltre a dare le classiche informazioni sui siti storici o naturalistici, sono tenute a dispensare preziosi consigli eno-gastronomici e sui luoghi di svago.

A Trapani sono numerose le richieste di istruttori subaquei o guide per immersioni, soprattutto per la zona delle isole egadi, zona molto frequantata anche dagli amanti del diving, Agrigento e Ragusa rappresentano il fanalino di coda delle località marittime con solo 100 ricerche pubblicate, tra le quali emergono ricerche di cuochi e aiuto cuochi.
Enna e Caltanissetta, proprio perchè situate nell’entroterra siciliano, rappresentano destinazioni d’eccezione per i turisti che si recano in Sicilia, e proprio per questo sono consigliabili a chi volesse visitare la Sicilia più autentica e sconosciuta.

Articolo pubblicato il 23 luglio 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • Senza infrastrutture non c’è sviluppo, il Ponte sullo Stretto porterà 6 miliardi € -
    La Sicilia soffre la crisi economica e la mancanza d’investimenti anche a causa di sistemi di trasporto inadeguati e arretrati. Dalla sua realizzazione benefici occupazionali e riqualificazioni stradali e ferroviarie per tutto il Sud
    (23 luglio 2010)
  • Lavoro stagionale, la Sicilia la regione con più offerte “estive” -
    Abbondante richiesta di figure professionali nel settore turismo e intrattenimento: +28% rispetto allo scorso anno. In cima alla classifica delle figure più ricercate troviamo l’animatore turistico col 37% di richieste
    (23 luglio 2010)
  • La Sicilia crede nella green economy spesa pubblica triplicata in sette anni -
    Secondo l’ultimo rapporto Enea la produzione di energia da rinnovabili nell’Isola è cresciuta del 1112 % dal 2000 al 2008. Investimenti per 961 mln € e dai fondi Ue altre risorse per incentivare il solare e l’efficienza energetica
    (23 luglio 2010)
  • Produzioni biologiche contro la mafia l’esperienza delle cooperative sociali -
    Sono quattro tra Palermo e Catania: il loro principio è creare occupazione regolare lì dove prima c’era solo lavoro nero. Nell’Isola cresce l’economia legata alla gestione dei terreni confiscati alla criminalità organizzata
    (23 luglio 2010)


comments powered by Disqus