Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

All’Ars: ultime battute prima delle ferie
di Raffaella Pessina

Dal presidente Lombardo appoggio per apertura aeroporto di Comiso. L’Udc verso la formale richiesta di anticipazione del Dpef

Tags: Ars, Raffaele Lombardo, Aeroporto Di Comiso, Agricoltura



PALERMO - Riprendono questo pomeriggio i lavori dell’Assemblea regionale siciliana. All’ordine del giorno vi sono la discussione unificata di atti politici ed ispettivi sulle misure da adottare per far fronte alla drammatica crisi agricola che investe la Regione, gli interventi per i superstiti del nubifragio di Messina, e lo svolgimento di interrogazioni ed interpellanze della rubrica Famiglia, politiche sociali e lavoro. 

Al quarto punto vi sarà la proposta di modifica dell’art. 167 del regolamento interno, sul trattamento di previdenza ed assistenza dei deputati. Come si ricorderà la scorsa settimana il Consiglio di Presidenza aveva apportato delle modifiche per risparmiare e dare un segnale ai cittadini. Ora la parola spetta al Parlamento che dovrà ratificare il tutto. Intanto a proposito di questioni economiche siciliane l’Udc “presenterà nei prossimi giorni formale richiesta di anticipazione del Dpef unitamente a quella di un assestamento di bilancio che si ponga l’obiettivo di attenuare gli effetti della finanziaria nazionale”. Lo ha dichiarato il segretario regionale Saverio Romano. “I tagli della finanziaria nazionale – ha proseguito Romano -  che produrranno effetti nefasti in particolare sul Mezzogiorno e che graveranno sugli enti locali con pesanti ricadute sulla erogazione di servizi essenziali, richiedono l’assunzione di responsabilità da parte di tutti i parlamentari nazionali della Sicilia”. Il governatore Lombardo invece mostra tutto il suo appoggio nei confronti di Pippo di Giacomo, parlamentare regionale del Pd che ha deciso di incatenarsi ai cancelli dell’Aeroporto di Comiso per sbloccare l’apertura dello scalo ragusano.

“Proporrò con determinazione la vicenda all’attenzione del prossimo Consiglio dei Ministri – ha detto Lombardo - Non chiediamo favoritismi o trattamenti di riguardo al governo centrale ma solo il riconoscimento dei nostri diritti e la piena disponibilità ad affrontare in maniera propositiva e positiva le questioni che riguardano la Sicilia. Solidarietà mostrata anche dall’assessore alle Attività Produttive Marco Venturi: “La Sicilia ha bisogno di infrastrutture moderne e al passo coi tempi, che consentano – ha detto Venturi - alle imprese di potere competere nel mercato globale. Il caso dell’aeroporto di Comiso è emblematico: una struttura realizzata, operativa, pronta ad accogliere aerei, turisti, merci e che consentirebbe un migliore trasporto anche per le imprese bloccata per una mera questione tecnica, il passaggio di proprietà del suolo dallo Stato alla Regione e quindi al Comune, che di fatto impedisce l’apertura dell’aeroporto da molti mesi”.

A Palazzo dei Normanni questa settimana sono al lavoro tutte le Commissioni legislative, compresa la Bilancio, che aveva effettuato uno stop dopo l’approvazione recente dei documenti finanziari. Di rilievo questa settimana l’audizione in Commissione Europea dell’assessore per la salute Massimo Russo sullo stato di attuazione delle spese dei fondi europei del ciclo 2007/2013. In Commissione Statuto invece i consulenti della Commissione stessa verranno ascoltati in merito  al ddl sulle modifiche allo Statuto della Regione.

Articolo pubblicato il 27 luglio 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus