Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Gli imprenditori puntano sul turismo ma si deve investire in infrastrutture
di Vanessa Paradiso

Inaugurati di recente due resort a Sampieri e Donnafugata, tra spiagge incontaminate e aree di grande valore storico. Una maggiore concorrenza potrebbe tradursi nella realizzazione di strutture anche in “catena”

Tags: Speciale Ragusa, Sampieri, Donnafugata



RAGUSA - L’area iblea continua ad essere vocata all’agricoltura, malgrado la crisi, ma si registrano aumenti considerevoli dei flussi turistici con percentuali che nell’ultimo decennio arrivano sino al 60%.
Si tratta di una opportunità da sfruttare, ma bisogna intervenire urgentemente, specie nel campo delle infrastrutture, se si vuole puntare sul turismo. Modica, Ragusa e Scicli, patrimonio dell’Unesco sono le tre città d’arte, dove il settore turistico-alberghiero deve diventare realmente il fattore trainante del turismo. Gli operatori del settore si dedicano sempre più al marketing, provando a comprendere il mercato ed individuando le “nicchie” a cui rivolgersi.

Luca Gurrieri, rappresentante Federalberghi di Modica, insieme a Rosario Dibennardo, presidente provinciale di Federalberghi e Sergio Magro, presidente Ascom di Scicli, punta l’attenzione sulla importanza di creare un “sistema” comune “azienda” con riferimento al settore turistico-alberghiero. Una maggiore concorrenza potrebbe tradursi nella realizzazione di strutture anche in “catena”, grazie ad una riduzione dei costi. Per questo motivo, si tende a dare nuovo impulso ai “franchising”, riducendo lo spazio per gli hotel individuali.

Nel programma di sviluppo del territorio notiamo le prime iniziative concorrenziali: un residence con i requisiti del resort, il Marsasiclà, che si trova nell’antico borgo marinaro di Sampieri (Scicli-RG), nel cuore dell’architettura barocca di Scicli, Noto, Modica e Ragusa Ibla, ha recentemente inaugurato il Marsasiclà Talassospace, un’area del resort interamente dedicata all’antichissimo rimedio naturale dell’acqua e del clima marino.

Composto da 82 appartamenti in villa su 2 elevazioni, ognuno dotato di veranda panoramica coperta e di giardino privato, la struttura, pensata ed ideata dall’architetto Marina Batolo che si è ispirata ai dammusi e alle masserie, permette di rivivere le atmosfere tipiche dei bagli.

Anche a Donnafugata, sede del famoso Castello, è stato inaugurato il Donnafugata Golf Resort & Spa, a cinque stelle, si trova nell’ampia tenuta di Donnafugata, in un’ottima posizione a solo 17 km dall’aeroporto Vincenzo Magliocco di Comiso ed a un’ ora in auto dall’aeroporto Internazionale di Catania. Posizionato tra spiagge incontaminate e aree di grande valore storico, il resort offre visite alle attrazioni turistiche e opzioni culturali. Non c’è dubbio che il decollo turistico dell’intera zona iblea, passa anche attraverso la promozione, oltre che ad una adeguata comunicazione ed al marketing. Per il rilancio del territorio si spera nel piano strategico denominato “Terre iblei-Mare e monti”, creato dall’unione dei cinque Comuni iblei, Ragusa, Scicli, Monterosso Almo, Giarratana e Chiaramonte Gulfi, il quale si spera possa avere un successo tale da richiamare turisti. Difatti, gli esperti “Europrogetti e Finanza” hanno dato una serie di indicazioni agli amministratori dei cinque comuni per quelle che saranno le aree di macro-progetto, con il miglioramento delle infrastrutture, la riqualificazione urbanistica, la valorizzazione del patrimonio edilizio, la salvaguardia ambientale, la riqualificazione dei centri storici nei poli urbani maggiori, la valorizzazione delle aree montane con la costituzione di una identità riconoscibile.

Articolo pubblicato il 28 luglio 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • I suoni della musica di alto livello nelle architetture rurali e barocche -
    Dalla scorsa settimana un ricco programma scandisce l’intrattenimento in provincia. E c’è ancora tanto da ascoltare. Dal festival Note di Notte ai concerti dei big italiani: la musica attrazione dell’estate ragusana
    (28 luglio 2010)
  • Lo sviluppo del Sud-Est legato al funzionamento dello scalo di Comiso -
    L’aeroporto che dovrebbe aprire in provincia di Ragusa continua a far parlare di sè per i continui rinvii e ritardi. Non è più possibile rinviare un’infrastruttura essenziale al turismo di tutta l’Isola
    (28 luglio 2010)
  • Gli imprenditori puntano sul turismo ma si deve investire in infrastrutture -
    Inaugurati di recente due resort a Sampieri e Donnafugata, tra spiagge incontaminate e aree di grande valore storico. Una maggiore concorrenza potrebbe tradursi nella realizzazione di strutture anche in “catena”
    (28 luglio 2010)


comments powered by Disqus

´╗┐