Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Catania - Monte Po è il regno dell’incuria rischio incendi sempre altissimo
di Melania Tanteri

Il Comune assicura: “Siamo intervenuti su alcune aree. Continueremo nei prossimi giorni”. Il quartiere necessita di urgenti interventi di manutenzione del verde pubblico

Tags: Catania, Monte Po



CATANIA - Totale assenza di manutenzione del verde pubblico, intere zone lasciate in completo stato di abbandono e disseminate di rifiuti di ogni sorta, condizioni igienico-sanitarie precarie. Questa la fotografia del quartiere di Monte Po a Catania, periferia  ovest della città, scattata dal consigliere della VII circoscrizione, Marcello Vinciguerra, che da tempo segnala all’amministrazione la necessità di intervenire efficacemente per scongiurare il verificarsi di tragedie, come per esempio gli incendi che già negli anni passati hanno interessato i terreni comunali, arrivando a lambire le abitazioni. L’ultimo caso nel 2008, quando un rogo di vaste dimensioni colpì un condominio e un bambino finì intossicato in ospedale.

È in particolare la parte alta del quartiere - via Raccuglia, via S. Marino, via Pitrè, via Vigo - ad avere bisogno di interventi radicali di manutenzione del verde pubblico.
“Eppure - spiega Vinciguerra - nonostante le reiterate richieste di intervento per lo scerbamento e la rimozione dei rifiuti, l’area è rimasta invasa delle erbacce e il rischio rimane inalterato”.

Questo nonostante una’ordinanza del sindaco, la n. 86 del 13 maggio 2010, imponga ai proprietari di terreni e aree incolte di provvedere a rimuovere materiale di qualsiasi natura che possa essere fonte di incendio.
“Il sindaco - aggiunge Vinciguerra - ha ordinato ai proprietari di terreni di pulire e rimuovere materiale di qualsiasi natura che possa essere fonte di pericolo. Eppure sono proprio i terreni comunali, alcuni dei quali adiacenti le abitazioni, ad aver bisogno urgente di scerbamento e manutenzione che, in alcuni casi, non viene effettuata da oltre un anno”.

Dunque, il primo a non rispettare l’ordinanza sarebbe proprio il Comune di Catania, con il risultato che nelle zone di Monte Po, Nesima Superiore, Trappeto Sud sembra essere assente qualunque forma di manutenzione del verde pubblico. E le condizioni di incuria riguarderebbero anche le aree adiacenti alcuni edifici scolastici, come ad esempio l’asilo di via Raccuglia e la zona nei pressi del nuovo ospedale Garibaldi.

“Su Monte Po - afferma Marco Morabito, direttore del Verde pubblico - stiamo lavorando, così come nel resto della città.
La VII municipalità ha un vasto territorio e noi siamo intervenuti su alcune aree della zona, privilegiando le urgenze, ma continueremo a farlo nei prossimi giorni”.

Articolo pubblicato il 10 agosto 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus
L
L'erba alta alle spalle dell'asilo di via Raccuglia (mt)
Le strepaglie bruciate a ridosso dalle automobili e dalle abitazioni (mt)
Le strepaglie bruciate a ridosso dalle automobili e dalle abitazioni (mt)