Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Trapani esempio virtuoso. Palermo, buoni propositi
di Marina Barrera e Carmelo Riccotti La Rocca

Palazzo Comitini mette a disposizione solo gli oggetti dei documenti. Quello dell’Ente trapanese è lo spazio web più completo

Tags: Trasparenza, Enti Locali



PALERMO - Il quadro siciliano, analizzato navigando sui portali delle Province regionali lo scorso febbraio, mostrava un solo caso virtuoso in riferimento all’accesso agli atti pubblici: Trapani, che metteva - e mette - a disposizione del cittadino degli allegati in cui poter visionare le delibere per intero. Tra l’altro – ricordiamo - la Provincia di Trapani è l’unica che nella modulistica per la richiesta di accesso agli atti pubblici distingue tra “prendere visione”, “avere copia in carta libera” e “avere copia conforme”.

A distanza di mesi, c’è anche qualche altra amministrazione provinciale che ha fatto un passo avanti, vale a dire la Provincia di Enna. Adesso sul portale dell’ente è possibile trovare la pubblicazione di alcuni atti, ma la trasparenza è... a intermittenza, visto che la maggior parte delle deliberazioni e delle determinazioni sono ancora rimaste solo degli estratti.

Lo stesso accade alla Provincia di Palermo. Nonostante esista sul portale di Palazzo Comitini una sezione chiamata “Provincia trasparente”, se si va avanti con la ricerca di una delibera, si potrà trovare solo l’oggetto. Sullo spazio web si può leggere: “In questa sezione del sito trovate lo Statuto della Provincia regionale di Palermo, i regolamenti più importanti che regolano i rapporti dell’Ente con i cittadini e che disciplinano i servizi forniti dall’amministrazione, le determine dirigenziali e le delibere della Giunta assessoriale e del Consiglio provinciale”. In realtà, si tratta degli oggetti delle delibere o delle determinazioni, e non dei documenti per intero.

Fermo restando che anche nel palermitano i propositi sono buoni: “La sezione del sito ‘Provincia trasparente’ – si legge sul web - intende assicurare trasparenza e chiarezza sull’operato amministrativo dell’Ente e la partecipazione di tutti i cittadini del territorio alla vita istituzionale dell’amministrazione provinciale”.

Articolo pubblicato il 10 agosto 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • La trasparenza non corre sul web -
    Enti locali. Se la risorsa della rete non è sfruttata a dovere.
    Legge 15/09. “La trasparenza è intesa come accessibilità totale, anche attraverso la pubblicazione delle informazioni concernenti ogni aspetto dell’organizzazione”.
    Privacy. Il presidente della Provincia di Catania, Castiglione, spiega: “Stiamo approfittando dell’ulteriore tempo concesso per tutelare anche i dati sensibili con gli opportuni accorgimenti”
    (10 agosto 2010)
  • Trapani esempio virtuoso. Palermo, buoni propositi -
    Palazzo Comitini mette a disposizione solo gli oggetti dei documenti. Quello dell’Ente trapanese è lo spazio web più completo
    (10 agosto 2010)
  • Il Ministero incoraggia ma senza un vero obbligo -
    Cittadini penalizzati: l’accesso con un semplice click è solo un miraggio. “Condividiamo la vostra campagna di sensibilizzazione”
    (10 agosto 2010)


comments powered by Disqus