Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Aziende sanitarie: meno disavanzo ma pesa la spesa per beni e servizi
di Lucia Russo

Nel 2008 a causa del deficit delle Aziende la Regione ha dovuto accendere un mutuo di 2,6 miliardi. Da 2,9 miliardi nel 2006 a 3,3 nel 2008 cui aggiungere 457 mln di “Altre spese”

Tags: Incremento, Spese, Sanità



PALERMO - Nella Relazione sulla situazione economica della Regione Siciliana anno 2009 è stato pubblicato l’andamento del conto consolidato delle Aziende sanitarie e ospedaliere siciliane dal 2006 al 2008. Se nel 2008, proprio a causa del deficit delle aziende che ha aggravato il piano di rientro, la Regione ha dovuto accendere un mutuo di 2,6 miliardi, nel 2009 non è avvenuto nulla di tutto questo.
 
Si avvertono i primi segnali di una revisione dell’assetto del settore. I manager sono stati chiamati, dopo i numerosi rilievi della Corte dei conti in questi anni, ad un maggiore dettaglio contabile e alla riclassificazione dei costi. Il disavanzo delle aziende risulta ridotto in maniera consistente rispetto all’anno precedente, essendo sceso da 859 milioni nel 2006 a 333 milioni di euro nel 2008, con una riduzione più forte tra il 2007 e il 2008 (-46,1%) rispetto alle due annualità precedenti (-28,1%). C’è però ancora molto da fare soprattutto sulle spese per beni e servizi aumentate dell’11,7% tra il 2007 e il 2008 e quelle per il personale (+2%). C’è stato poi un notevole peggioramento (221,4% di incremento delle spese per oneri straordinari tra il 2007 e il 2008) nel saldo della gestione straordinaria, dovuto soprattutto all’iscrizione di poste contabili in anni successivi a quello di effettiva competenza economica del costo rilevato.

Per quanto riguarda il reperimento delle risorse, la quota di Fondo sanitario trasferita alle aziende rappresenta il principale cespite d’entrata. Su 8.093 milioni di euro complessivi di risorse necessarie alla sanità nel 2008 il 28,02% risulta provenire la Fondo sanitario nazionale per 2.268 milioni di euro; il 23,34% da Irap e addizionale Irpef per 1.889 milioni di euro. Infine il cofinanziamento regionale che rappresenta il 47,05% per un totale di 3.808 milioni. Si aggiungono 128 milioni di entrate proprie – da delibera Cipe- dati della Ragioneria generale della Regione, pubblicati in una delle due tabelle in pagina.

Articolo pubblicato il 12 agosto 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus