Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

"Alla ripresa dei lavori Ars sia fatta piena luce"
di Antonio Casa

Le reazioni pro e contro l’operazione nel Parlamento siciliano. Caputo (Pdl): “Istituire una commissione d’inchiesta”

Tags: Antonello Cracolici, Salvino Caputo, Tirrenia, Fabio Mancuso



PALERMO - “Un’operazione in perdita, dal Governo regionale nessuno ha finora spiegato da quale capitolo avrebbe preso i soldi per l’acquisizione”. Salvino Caputo (Pdl) è il presidente della commissione Attività produttive dell’Ars, che si occupa anche di partecipazioni regionali. “Ma come? Prima l’Ars approva una norma per dismettere le partecipazioni e poi Lombardo vuole acquisirne una a fortissimo rischio? Una follia. A meno che non ci siano altri motivi”, afferma Caputo. Che poi annuncia: “Alla ripresa dei lavori d’aula chiederò l’istituzione di una commissione d’inchiesta”.

Favorevole all’operazione la posizione di Antonello Cracolici, capogruppo del Pd a Palazzo dei Normanni. “Non sono un commercialista, ma penso che si poteva fare. Vi era un interesse a favore dei siciliani, grazie alla sede legale portata a Palermo e alla continuazione del servizio offerto. Nell’annullamento della gara ho visto un’azione di ritorsione nei confronti di Lombardo”.
Fabio Maria Mancuso (Pdl), presidente della commissione Ambiente e territorio dell’Ars, che ha anche competenza sui trasporti, boccia la linea del presidente della Regione: “Il Parlamento siciliano doveva essere avvisato. Lombardo doveva spiegarci con quali fondi pubblici avrebbe portato a termine l’operazione, dopo che l’anno scorso aveva detto no all’acquisizione gratuita della Siremar, al contrario di quanto hanno fatto altre Regioni con le ex costole locali della Tirrenia. E poi non capisco la sua volontà di volersi rivolgere alla Corte di giustizia europea. Ha parlato da presidente della Regione o da socio della Mediterranea holding? E perché non si è rivolto subito al Tar?”. Sono tante le domande senza risposte nella vicenda Tirrenia.

Articolo pubblicato il 20 agosto 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • Regione, idea Tirrenia fallimentare -
    Partecipate. Lo strano caso di un acquisto mancato.
    L’operazione. A distanza di due settimane dall’annullamento della gara per la privatizzazione della Tirrenia, con un unico acquirente - la cordata capeggiata dalla Regione siciliana - non si placano le polemiche e i dubbi.
    L’intenzione. Il presidente Lombardo insiste nella volontà di portare a Palermo la sede legale della società che, intanto, è stata dichiarata insolvente. Ha senso, allora, partecipare ad una rischiosa acquisizione?
    (20 agosto 2010)
  • La società è decotta appetibili solo le rotte -
    Il Tribunale fallimentare di Roma ha dichiarato l’insolvenza. Tirrenia e Siremar hanno 1.280 dipendenti siciliani
    (20 agosto 2010)
  • "Alla ripresa dei lavori Ars sia fatta piena luce" -
    Le reazioni pro e contro l’operazione nel Parlamento siciliano. Caputo (Pdl): “Istituire una commissione d’inchiesta”
    (20 agosto 2010)


comments powered by Disqus