Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Ad ogni rinnovo di contratto aumenti senza merito
di Lucia Russo

Dislivello tra gli stipendi medi della Regione Siciliana e le altre Regioni. Fino a 140 € al mese per lavoratori del comparto livello D



Ad ogni rinnovo di contratto si è verificato un aumento per gli stipendi dei dipendenti del comparto non dirigenziale e per i dirigenti, alimentando il dislivello nella remunerazione dei regionali siciliani rispetto ai dipendenti di tutte le altre Regioni d’Italia.
Ad esempio con il rinnovo deliberato il 22 maggio del 2008 si sono registrati aumenti per il comparto da 73,52 € mensili per il livello più basso (livello A) fino a 137,2 € al mese per il livello più alto (D). Un rinnovo che è costato ben 38,2 milioni di euro alla Regione per il biennio 2006-2007 e 37 milioni per il 2008, inclusi nel calcolo oneri indiretti (Irap 8,5 per cento) e oneri sociali (31,4 per cento).
Aumenti mai legati alla produttività del personale, con la conseguenza che la qualità del servizio rimane bassa nonostante l’affollamento degli uffici.
La Regione, inoltre, negli anni, si è preoccupata di erogare il cosiddetto “Fondo per il miglioramento delle prestazioni” di 42,7 milioni di euro nel 2007 per i dipendenti a tempo indeterminato e di 7,3 milioni per quelli a tempo determinato.Tutto senza i cosiddetti piani di lavoro che consentirebbero ai dirigenti di misurare l’efficienza del proprio personale rispetto al raggiungimento degli obiettivi prefissati. Dirigenti i cui stipendi continuano ad essere nascosti a differenza di quelli delle altre regioni d’Italia, i cui curricula, stipendi e indennità di risultato sono resi pubblici sui rispettivi siti internet.

Articolo pubblicato il 01 settembre 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • Regionali, costano 18 volte i lombardi -
    Sprechi. Spesa corrente senza freno.
    Venti euro. La spesa pro capite per il personale della Regione Lombardia è la più bassa di tutta Italia: 20 €. La Regione meridionale più virtuosa è la Puglia: 55,4 € a carico di ogni abitante.
    Trentino Alto Adige. Con 24,5 euro di spesa per abitante per il personale della Regione, il Trentino è l’unica regione a Statuto speciale tra le più virtuose
    (01 settembre 2010)
  • Ad ogni rinnovo di contratto aumenti senza merito -
    Dislivello tra gli stipendi medi della Regione Siciliana e le altre Regioni. Fino a 140 € al mese per lavoratori del comparto livello D
    (01 settembre 2010)


comments powered by Disqus
La spesa pro capite per il personale in tutte le Regioni d’Italia
La spesa pro capite per il personale in tutte le Regioni d’Italia