Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Tunnel isolano tra i più sicuri tra quelli presenti in Europa
di Eloisa Bucolo

È la galleria “San Demetrio” sulla nuova autostrada Catania-Siracusa

Tags: San Demetrio



CATANIA - La Sicilia primeggia in Italia: la “San Demetrio”, sulla CT-SR, è la migliore.
Il test EuroTAP (european tunnel assessment programme), nato nel 2005, per giudicare la sicurezza dei tunnel, ha dato i voti alle gallerie europee per il 2010. Sotto esame 26 gallerie scelte nei 13 Paesi. I test sono stati realizzati da un consorzio di tecnici ed esperti di 15 tra i principali “Automobile Club europei”, tra i quali l’Aci. Il primo posto è andato alla galleria a due piani “Duplex” nei pressi di Parigi, mentre l’ultimo all’Islanda. Per quel che riguarda l’Italia, soltanto la galleria “San Demetrio”sulla CT-SR, conclusa lo scorso 9 dicembre e in gestione all’Anas, ha ottenuto “ottimo”; a seguire “Le Vigne”, nei pressi di Cesena, valutata“sufficiente”e il tunnel “Claviére” al confine con la Francia ritenuto“scarso”. Il Presidente dell’Anas, Pietro Ciucci, è orgoglioso del risultato ottenuto.

Nella costruzione della galleria e dell’autostrada, sono state impegnate le più avanzate tecnologie che l’hanno resa la più moderna d’Europa. L’ottima valutazione, in particolare, è dipesa dai moderni impianti di ventilazione, illuminazione, SOS e telecontrollo, oltre che dai pannelli a messaggio variabile. La sicurezza degli utenti è garantita da un costante monitoraggio del traffico, attivo 24 ore su 24, che in tempo reale invia le immagini relative a tutta l’autostrada ad una sala di controllo situata in localita' Passo Martino. In galleria, sono state installate telecamere in grado di valutare veicoli fermi o contromano e la presenza di fumo e, in caso di pericolo, sono state create stanze a tenuta stagna, dove è garantita la fornitura di ossigeno per 36 ore.
Un’importante opera di rivalutazione del territorio siciliano, dunque, che rappresenta “un simbolo del governo del fare e della Sicilia che funziona” e che si spera sia da stimolo per il potenziamento delle nostre strade e per il proseguimento di lavori iniziati ed ancora non terminati.

Non va trascurato, infatti, che una delle piaghe nelle opere di miglioria delle infrastrutture in Sicilia è la durata che costringe in molti casi i cittadini a subire condizioni disagiate. è il caso dei residenti di Vaccarizzo, che a causa dell’abbattimento del Ponte Primo Sole, avvenuto proprio nel corso dei lavori della CT-SR, patiscono carenze, in termini di approvvigionamenti e di servizi, tali da rendere la loro vita un inferno ed ancora dovranno attendere un altro anno prima di vedersi restituire il nuovo ponte e con esso una vita normale.

Articolo pubblicato il 08 settembre 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus