Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

www.regione.sicilia.it, home page senza Pec
di Marina Mancini

Nel sito internet della Regione: manca la sezione “Trasparenza”. La competenza è dell’assessorato Economia, Servizio XII

Tags: Regione Siciliana, Internet, Web, Pec



In Sicilia sono presenti Comuni che hanno già attivato il dominio “gov.it” dal comune di Ragusa, al comune di Modica, alla Camera di Commercio di Catania, dove in homepage è stato anche inserito il responsabile del procedimento di pubblicazione.
Più avanti le regioni del Centro-Nord, dove pur non riscontrando ancora l‘applicazione del dominio “gov.it” così come invece avvenuto per tutti i portali dei Ministeri, sono state inseriti molti dei contenuti minimi previsti per i siti web istituzionali.

Di contro nell’homepage del portale della Regione non solo manca il responsabile del procedimento, ma ciò che balza all’occhio è l’assenza della sezione “trasparenza, valutazione e merito” che dovrebbe essere raggiunta dall’home page e all’interno della quale dovranno essere presenti non solo tutti i documenti e gli atti previsti dall’articolo 32 della legge 69/2009, vale a dire tutti i provvedimenti amministrativi aventi effetto di pubblicità legale ma anche il programma triennale per la trasparenza e l’integrità ed il relativo stato di attuazione, il piano e la relazione sulle performance (decreto legislativo 150/2009), le premialità dei dirigenti, nominativi e curricula di dirigenti e professionisti titolari di incarichi, tassi di assenza e presenza di tutto il personale, dato presente in homepage con apposito link “monitoraggio assenze” ma fermo all’ultimo dato del novembre 2009.

Nell’home page siciliana manca anche l’indirizzo della Pec, la posta elettronica certificata, il cui elenco completo di indirizzi dovrebbe essere presente nella sezione “trasparenza” così come mancano i dati di monitoraggio, la pubblicità legale, l’elenco dei servizi forniti in rete, i riferimenti alla privacy che insieme alle note legali dovrebbero apparire in un’area informativa a pié pagina, il cosiddetto footer.
Si riscontra uno scollamento tra i diversi operatori che agiscono sul portale, è evidente infatti che i vari assessorati hanno sotto-siti che vivono di vita propria. Non vi è un’immagine integrata, una stessa grafica, l’architettura dei siti è spesso diversissima tra loro trattandosi di uffici on-line ante decreto presidenziale n. 12 del 5 dicembre 2009.

La legge di riforma della Pa regionale n. 19/2008 aveva individuato, all’art. 7 lettera f) nell’assessorato regionale Funzione pubblica il titolare delle “attività informatiche della Regione, ma la Finanziaria ha soppresso la norma per cui la competenza rimane all’assessorato Economia. In particolare se ne occupa il Servizio XII “Attività informatica della Regione e della Pubblica Amministrazione regionale e Coordinamento dei Sistemi Informativi Regionali”, la cui dirigente, responsabile del Servizio, Gloria Giglio abbiamo interpellato per chiedere lo stato dell’arte alla luce delle linee guida volute dal ministro Brunetta. Siamo in attesa delle risposte che sarà nostra cura pubblicare non appena disponibili.

Articolo pubblicato il 08 settembre 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • Regione on line ignora linee guida -
    Siti web. Quello della Regione è da rifare.
    Linee guida. Destinatarie delle linee guida ministeriali sono tutte le amministrazioni pubbliche di cui all’art. 1, co 2 del d. lgs 165/2001, tra cui anche le Regioni a statuto speciale.
    Dominio “gov.it”. La diffusione del dominio “gov.it” garantisce la natura pubblica dell’informazione e l’appartenenza di un sito a una pubblica amministrazione
    (08 settembre 2010)
  • www.regione.sicilia.it, home page senza Pec -
    Nel sito internet della Regione: manca la sezione “Trasparenza”. La competenza è dell’assessorato Economia, Servizio XII
    (08 settembre 2010)
  • Customer satisfaction e informazioni aggiornate -
    Ecco gli obiettivi per un Pa di qualità secondo palazzo Vidoni. Ma anche servizi sempre più fruibili a cittadini e imprese
    (08 settembre 2010)


comments powered by Disqus