Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Ad Enna una vitalità eccezionale per la Sicilia
di Michele Giuliano

La provincia con la più alta percentuale di giovani imprenditori in Italia. Fa da contraltare Caltanissetta con il 18% di “over”

Tags: Lavoro, Giovani, Regione Siciliana



La Sicilia si spacca tra eccellenze e situazioni allarmanti nel contesto dell’imprenditoria. Ai numeri di Enna, provincia che nel panorama nazionale presenta la maggior percentuale di titolari d’impresa “under 30” (su un totale di 12.450 titolari, 1.303 sono junior, vale a dire il 10,5 per cento) , fa da contraltare Caltanissetta, la provincia più “anziana”, con una percentuale di titolari “over 70” pari al 18 per cento su un totale di 18 mila imprenditori presenti nella provincia. Da non sottovalutare Trapani che con il 5,6 per cento figura tra le province italiane in cui la percentuale di giovani imprenditori sta progressivamente aumentando.
La burocrazia però resta la prima indiziata di questo invecchiamento del sistema produttivo siciliano. A salire per prima sul banco degli imputati la legge 23 del dicembre 2008 che ha decisamente comportato un allungamento dei passaggi burocratici, spezzettando l’attuazione del P.O.-Fers in una miriade di interventi.

In pratica la Regione è costretta ad emettere un bando per ogni singola misura. La legge di fatto integra quanto previsto dall’Unione Europea ma ovviamente obbliga la Regione ad una dilatazione dei tempi: attraverso questa normativa, di fatto, si inseriscono dei passaggi obbligati come l’emanazione delle direttive assessoriali che causano una procedura di circa sei mesi per ogni singola misura e impongono, ad esempio, di affidare la fase istruttoria ad un soggetto esterno all’amministrazione regionale allungando i tempi delle procedure di assegnazione. Si sa che quando si fa impresa il tempo è denaro e in questo caso in Sicilia si rischia di rimanere “bruciati” da questa elefantiaca realtà burocratica.

Articolo pubblicato il 09 settembre 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • La Regione tarpa le ali ai giovani -
    Impresa. Quando le nuove idee restano a corto di fondi.
    In picchiata. Dal 2002 al 2009 le imprese con titolari giovani sotto i 30 anni, sono diminuite di 4.500 unità ma di pari passo crescono i ritardi nell’emanazione dei bandi europei per il 2007/13.
    Imprenditori agricoli. L’agricoltura siciliana e i giovani agricoltori attendono da più di due anni la messa a bando dei fondi per l’imprenditoria giovanile previsti dal Piano di sviluppo rurale.
    (09 settembre 2010)
  • Ad Enna una vitalità eccezionale per la Sicilia -
    La provincia con la più alta percentuale di giovani imprenditori in Italia. Fa da contraltare Caltanissetta con il 18% di “over”
    (09 settembre 2010)
  • Ancora pochi i bandi partiti “una legge complicata” -
    La spesa dei fondi europei della Regione va a rilento. Allungati i passaggi burocratici per l’attivazione delle misure
    (09 settembre 2010)


comments powered by Disqus