Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Regione, avanza l’ipotesi della Giunta di tecnici
di Raffaella Pessina

Verso il Governo quater mentre riapre i battenti l’Ars, chiusa da 40 giorni. Oggi si riunisce il gruppo Pd che fa capo al senatore Lumia

Tags: Ars, Raffaele Lombardo, Gianfranco Miccichè, Saverio Romano, Francesco Cascio, Giuseppe Lumia, Antonello Cracolici



PALERMO - Riaprono questo pomeriggio i battenti di Sala D’Ercole a Palazzo dei Normanni per la ripresa dei lavori parlamentari. L’ultima seduta si era tenuta lo scorso 5 agosto. Oggi l’Aula è convocata alle 16 con all’ordine del giorno interrogazioni e interpellanze della rubrica “Istruzione e formazione professionale” e la discussione della mozione sul Consorzio autostrade siciliane presentata dal Pdl; prevista anche la discussione sulle comunicazioni del Governo sulla situazione della finanza regionale. Sarà comunque la conferenza dei capigruppo a decidere il nuovo calendario dei lavori e i punti da affrontare. 
 
Nei giorni scorsi il presidente dell’Ars Francesco Cascio era intervenuto in merito alla situazione politica regionale, auspicando che già alla ripresa dei lavori “il governo manifestasse nitidamente le proprie intenzioni, per ripartire con le idee chiare e per affrontare con la massima concentrazione le emergenze della Sicilia, senza tergiversare oltre”. Oggi sono convocate anche alcune commissioni parlamentari, come si legge nella rubrica qui in pagina. Ma l’attenzione dei politici questa settimana sarà tutta per le nomine del nuovo esecutivo regionale, il cosiddetto Lombardo quater. Su questo argomento c’è chi si esprime con velata ironia, come Pippo Gianni (Udc) che in una nota scrive: “Ben venga un nuovo governo regionale fatto di tecnici, a patto che un tecnico sostituisca il presidente Lombardo, vero dramma di questa Regione, campione di immobilismo e di occupazione del potere”.
C’è chi invece ribadisce con forza le proprie posizioni a dispetto degli orientamenti nazionali, come il segretario regionale dell’Udc Saverio Romano che riafferma con forza il ritorno alle urne.

Ma la parte del leone la fa il leader del Pdl Sicilia, il sottosegretario Gianfranco Miccichè che sul suo blog ogni giorno non manca di commentare i fatti politici, dopo un lungo periodo di silenzio dalla scena politica. Miccichè ribadisce di non voler rientrare nei ranghi del Pdl e stigmatizza l’atteggiamento del Pd in Sicilia che “ha deciso di abbandonare il suo fondamentale ruolo di opposizione, che in democrazia non vuol dire essere minoritari, bensì essere i nobili tutori delle minoranze, garantendosene la rappresentanza”. E conclude Miccichè, “ruolo che diventa fondamentale quando si parla di riforme”. La nuova Giunta, sembra ormai certo dovrebbe essere tutta formata da tecnici, in attesa dei nuovi equilibri che si dovranno trovare per prepararsi alle prossime elezioni regionali.
 è ovvio che i tecnici che verranno nominati ci dovrà essere il benestare delle forze politiche che appoggiano il Governatore.  Fra i più papabili si fa il nome del dirigente Patrizia Monterosso, sponsorizzata da Leanza (Mpa). Di politici da accontentare ve ne sono tanti, visti i vari gruppi politici in cui si sono divisi i quattro partiti rappresentati in Parlamento all’inizio della 15ma legislatura, e tra questi si va ad aggiungere anche l’ormai corposo Gruppo Misto dell’Ars, che può sicuramente far sentire la propria voce in Parlamento. Intanto sulla situazione politica oggi si riunisce il gruppo del Pd che fa capo al senatore Beppe Lumia e al capogruppo Antonello Cracolici.

Articolo pubblicato il 14 settembre 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus