Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Carburanti, consumatori isolani costretti a sborsare più che altrove
di Giuseppe Bellia

Penultimo appuntamento con i rilevamenti “settembrini” dei prezziari alla pompa. Benzina e diesel senza rincari, ma il gap di prezzo rimane troppo alto

Tags: Carburante, Prezzi



PALERMO – Prezzi ancora alti, stabilmente cari da settimane.
Nuovo appuntamento con i rilevamenti (dati tratti da www.prezzibenzina.it) dei prezzi dei carburanti al distributore, questi ormai “presentano il conto” al consumatore siciliano, che dati alla mano, sborsa alla pompa generalmente, più di quanto facciano gli automobilisti delle altre regioni d’Italia.

Come indicato più volte dagli stessi addetti ai lavori, questo sovraprezzo è determinato dalla rete distributiva caratterizzata da un erogato molto basso nell’Isola, che in ultima istanza, si traduce per il consumatore isolano, nel pagamento di parecchi millesimi in più. Non è un problema legato alle compagnie petrolifere, bensì di filiera, ma gli addetti ai lavori, al di là dei proclami, prezzi alla mano, ben poco hanno fatto per migliorare la situazione.
Così, anche il penultimo appuntamento “settembrino” dei prezziari parla chiaro: nell’Isola tutte le compagnie hanno presentato listini al di sopra dell’euro e quattro centesimi per la benzina e superiori all’euro e due centesimi e cinquanta millesimi per il diesel.
La quotazione del greggio si è mantenuta sempre intorno ai 75 dollari al barile (ieri 75,48).

Benzina
Il prezzo medio nazionale censito il 21 settembre dalla nostra fonte (prezzibenzina.it) è 1,359 €/L.
È almeno di 40 millesimi, il distacco dal più conveniente listino isolano (Esso 1,401 €) dal Pmn, seguito dal prezziario Ip (1,407 €). Il “salasso”, per questa settimana spetta alla compagnia Q8 (1,417 €).
Secondo i dati censiti dalla nostra fonte, il listino Q8 nell’Isola è più caro di 35 millesimi rispetto a quello registrato lo stesso giorno in Lombardia, 71 millesimi a confronto con quello rilevato in Emilia – Romagna, e addirittura di quasi un centesimo rispetto a quello censito in Sardegna. Tutti i listini censiti nell’Isola superano l’euro e quattro centesimi e ovviamente il Prezzo medio nazionale.
Analogo andamento per le altre compagnie petrolifere. Listino Esso isolano, più caro di 61 millesimi rispetto a quello lombardo; prezziario Ip censito nell’Isola, di 41 millesimi più alto, rispetto allo stesso listino rilevato in Lombardia.

Diesel
Prezzo medio nazionale rilevato dalla stessa fonte e lo stesso giorno 1,220 €/L.
Nel comparto diesel, la problematica dei prezzi per questa settimana è ancora più rilevante rispetto al comparto benzina. E’ di 70 millesimi il gap di prezzo fra il Pmn e il listino diesel Ip censito nell’Isola. Seguono in graduatoria Agip (1,283 €), Q8 (1,276 €), ed Esso (1,269 €) mentre la Erg (1,249 €) ha fatto rilevare il miglior prezzo fra i listini censiti nell’Isola, seppur di 29 millesimi, maggiore del Pmn settimanale. Fra le compagnie petrolifere, da annotare la differenza di prezzo fra il listino diesel Agip rilevato il Lombardia (1,176 €) e quello registrato nell’Isola: gap di un centesimo e sette millesimi.

Articolo pubblicato il 23 settembre 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus
Prezzi a confronto benzina, per regioni e compagnie petrolifere
Prezzi a confronto benzina, per regioni e compagnie petrolifere
Prezzi a confronto diesel, per regioni e compagnie petrolifere
Prezzi a confronto diesel, per regioni e compagnie petrolifere