Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Canone Rai, per gli over 75 prevista lÂ’esenzione dal 2008
di Eloisa Bucolo

È possibile fare richiesta per avere il rimborso degli ultimi 3 anni

Tags: Canone Rai



La circolare n. 46/E/2010 dell’Agenzia delle Entrate del 20 settembre scorso ha chiarito i criteri e le modalità d’applicazione dell’esenzione dal canone Rai destinata agli over 75enni, prevista dalla finanziaria 2008 e finora rimasta inapplicata.
L’agevolazione si applica con riferimento ai canoni di abbonamento dovuti a decorrere dall’anno 2008, pertanto la Rai, su richiesta dell’abbonato, dovrà rimborsare tutti i contribuenti che negli ultimi 3 anni abbiano effettuato il versamento del canone nonostante avessero i requisiti necessari per fruire dell’esenzione.

Altro requisito, oltre all’età, è il reddito che, unitamente a quello del proprio coniuge convivente, non deve superare € 6.713,98 (516,46 per tredici mensilità). Al fine di privilegiare solo i soggetti anziani che versano in condizioni di particolare disagio socio-economico. Il beneficiario dell’agevolazione non deve convivere con soggetti diversi dal coniuge, titolari di un reddito proprio.
Il tetto dei 6.713,98 riguarda il reddito imponibile e quello soggetto a imposte sostitutive o a ritenute a titolo d’imposta (quali interessi su depositi bancari, postali, Bot e CCT), ed esclude i redditi esenti Irpef (come le rendite Inail o le pensioni agli invalidi civili), prima casa, Tfr e a tassazione separata.

Chi volesse usufruire dell’esenzione dovrà compilare la dichiarazione sostitutiva, scaricabile dal sito dell’Agenzia e consegnarla presso gli uffici territoriali dell’agenzia oppure spedirla con raccomandata, allo sportello abbonamenti Tv di Torino, entro il 30 aprile (I semestre) o il 31 luglio (II semestre). Una volta presentata, i contribuenti potranno continuare ad avvalersi dell’agevolazione senza doverla presentare di nuovo negli anni successivi. Per chi attiva il servizio per la prima volta nel corso dell’anno il termine è entro 60 gg. dall’attivazione.

Quest’anno il canone da pagare è di € 109. La domanda, relativa al II semestre del 2010, dovrà essere presentata entro il prossimo 30 novembre. Stesso termine per gli utenti che, in possesso dei requisiti di esenzione per gli anni 2008-2010 hanno omesso il versamento o abbiano pagato e vogliano ottenere il rimborso.

È il caso di ricordare che la norma agevolativa prevede, nei confronti di chi usufruisce indebitamente dell’esenzione, una sanzione amministrativa tra € 500 e 2000 per ciascun anno evaso, oltre al pagamento del canone dovuto e degli interessi maturati.
In caso di dichiarazioni mendaci, si applicano le sanzioni penali previste dall’art. 76, D.P.R. n. 445/2000.

Articolo pubblicato il 24 settembre 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus