Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Crescono i 100 e lode in provincia, i più bravi al classico e allo scientifico
di Elisa Latella

Nell’anno scolastico 2009-2010 sono stati 90 gli studenti che si sono diplomati col massimo dei voti. Una crescita di 32 unità rispetto al 2008/09. Le donne superano i colleghi maschi 52 a 38

Tags: Speciale Scuola Messina



MESSINA - In 90 a Messina e dintorni, lo scorso anno, avevano concluso il percorso scolastico con la lode. A fare la parte del leone gli allievi dei licei classici, scientifici e degli  istituti di istruzione comprensivi di più indirizzi ( licei e non) che si erano aggiudicati  complessivamente 80 su 90 lodi ( rispettivamente 30, 23 e 24) mentre 5 eccellenze provenivano dagli istituti tecnici industriali, 2 dagli istituti tecnici per il commercio e i geometri, tre dagli istituti d’arte. Diverse forme di bravure, diversi aspetti dell’eccellenza L’anno precedente a tagliare il traguardo della maturità con 100 e lode nella provincia di Messina erano stati 58 allievi, quindi la crescita delle lodi da un anno all’altro è stata addirittura di 32 unità.

Sostanzialmente uniforme la distribuzione negli istituti, rispetto allo scorso anno, al termine del quale le eccellenze femminili erano state comunque di più. Una fotografia della realtà che sembra dimostrare la capacità della scuola pubblica siciliana  di produrre ragazzi da prendere ad esempio: infatti rispetto alla Sicilia, per esempio il Veneto ha una media complessivamente più alta dei voti di maturità, ma ha molte meno eccellenze.

L’obiettivo quindi per il 2010-2011 dovrebbe essere riuscire ad alzare il livello medio di preparazione degli studenti. Ora torniamo nelle scuole nella città dello Stretto, torniamo a quelli che sono ancora tra i banchi. Dopo la cerimonia di premiazione dei 100 e lode dell’anno scolastico 2009-2010 della provincia di Messina all’Università degli studi, il testimone passa a chi sta ancora sentendo suonare la campanella a scuola ogni mattina, a chi frequenta le scuole elementari e medie, i licei e gli istituti tecnici, gli istituti d’arte e gli istituti magistrali. 

Alla vigilia dell’apertura dell’anno scolastico 2010-2011, Cataldo Dinolfo,  dirigente dell’ufficio scolastico provinciale di Messina nel suo  saluto ai dirigenti scolastici, ai docenti, al personale tecnico e amministrativo e ai vari operatori che “sono la scuola”, dopo una triste nota sul precariato e sull’impossibilità di molti docenti di potere sottoscrivere un contratto di lavoro, si è soffermato sul ruolo degli studenti e dei genitori: “Agli studenti auguro di trascorrere un anno caratterizzato da un costante impegno personale per realizzare un cammino di crescita culturale ed umana, idoneo a fornire strumenti adeguati per affrontare i futuri studi ed il successivo valido inserimento nel mondo del lavoro. Un particolare augurio rivolgo agli studenti stranieri affinché, col loro impegno, pur nel rispetto delle loro tradizioni, possano conquistare quel patrimonio di conoscenze che li aiuti a sentirsi sempre più cittadini in Italia. Ai genitori auspico di potere realizzare una collaborazione leale e continua, una vera alleanza educativa, perché scuola e famiglia sono le due componenti fondamentali perché la  formazione scolastica ma anche umana sia il più completa possibile".

Articolo pubblicato il 30 settembre 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • Su Internet tante insidie per i minori. La prevenzione con i consigli degli esperti -
    Iniziativa dell’assessore alle Politiche giovanili della Provincia regionale di Messina, Daniela Bruno. In una brochure le modalità per difendersi dalla pedopornografia e navigare sicuri
    (30 settembre 2010)
  • Crescono i 100 e lode in provincia, i più bravi al classico e allo scientifico -
    Nell’anno scolastico 2009-2010 sono stati 90 gli studenti che si sono diplomati col massimo dei voti. Una crescita di 32 unità rispetto al 2008/09. Le donne superano i colleghi maschi 52 a 38
    (30 settembre 2010)
  • Le iniziative in provincia di Messina per contrastare il “caro libri” -
    I mercatini del libro usato una tradizione che non accenna a scomparire nonostante l’avvento di Internet e dell’I-pad. Il Comune di Me ha messo a disposizione degli studenti una piattaforma di servizi on-line
    (30 settembre 2010)
  • Agricoltura multifunzionale in grado di rispondere alle esigenze del territorio -
    Tavola rotonda su “La Politica Agricola Comune (PAC) e la gestione dei disastri ambientali. Il ruolo dell’agricoltura”. La manifestazione è stata promossa dal Centro di ricerca EuroSapienza e l’Università di Messina
    (30 settembre 2010)


comments powered by Disqus