Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Il farmaco giusto al paziente giusto
di Eloisa Bucolo

Decalogo realizzato dal ministero della Salute

Tags: Farmaci



CATANIA - La Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani (FOFI) su incarico del Ministero della Salute, ha di recente realizzato un vademecum per informare i consumatori dell’uso corretto dei farmaci.
Il decalogo fa parte del progetto “Uniti per la sicurezza”, promosso dal ministero per la cura dei pazienti, che comprende al momento 9 guide rivolte a cittadini, familiari, volontari, operatori, pazienti, aziende sanitarie.

Il primo dei 10 consigli della guida sui farmaci è di assumere medicinali solo su indicazione medica, e non perché pubblicizzati su internet, riviste e tv, o consigliati da amici. Il rapporto di fiducia con il proprio medico non può essere sostituito da cure fai da te!

La consapevolezza della cura da parte del paziente è al 2° punto. Avere fiducia nei medici non vuol dire, infatti, rinunciare ad informarsi. E’ giusto chiedere chiarimenti sulla cura o su eventuali interazioni del farmaco con alimenti, altri farmaci assunti, prodotti erboristici o abitudini personali del paziente.

Il dialogo aperto col personale medico occupa i successivi 3 punti del decalogo. Permette loro di fare una corretta diagnosi e conoscere il quadro clinico del paziente: cure in atto, eventuali allergie a farmaci, prodotti e altri materiali.
Durante i ricoveri ospedalieri è vietato assumere farmaci portati da casa. è importante, infatti, riferire al personale medico le cure che si stanno seguendo in modo che possa decidere se integrarle o sospenderle.

Bisogna avvertire il proprio medico in caso d’insorgenza di disturbi durante la cura affinchè prenda provvedimenti, correggendo magari il dosaggio dei farmaci. “Farmaco giusto, al paziente giusto, alla dose giusta, nel momento giusto” è il motto, infatti, contenuto nel punto 6. Nel caso si dimenticasse di assumere un farmaco o si assumesse una dose sbagliata, si deve contattare il medico e non prendere iniziative che potrebbero essere rischiose.

Per quei pazienti che assumono più farmaci è importante creare dei meccanismi che li aiutino a rispettare orari di assunzione e posologia. Un suggerimento è scrivere nella confezione di ciascun farmaco a cosa serve e quando va assunto.
è infine indispensabile aver cura della conservazione dei farmaci in casa e riporli in un luogo asciutto, al riparo dalla luce e all’interno dell’apposita confezione. È consigliabile segnare a penna la data dell’apertura del medicinale, e separare quelli per i bambini da quelli per gli adulti.

Articolo pubblicato il 01 ottobre 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐