Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Corte Costituzionale sentenza n. 293/09
di Lucia Russo

“Il superamento di una selezione pubblica requisito troppo generico per una successiva stabilizzazione senza concorso”

Tags: Lavoro, Precari, Aspirante, Disoccupati



I motivi sviscerati nel testo del ricorso al Tar, che mettiamo a disposizione nel nostro sito internet www.qds.it, considerano che chi ha emesso l’impugnata circolare abbia erroneamente interpretato la delibera della Giunta Regionale n. 271 del 29 luglio 2010 la quale ha prescritto l’obbligo della preventiva verifica del rispetto di tutte le condizioni previste dalla normativa vigente in materia di assunzione di personale.
La procedura deve quindi essere rispettosa non soltanto della disposizione recata dall’art. 17, comma 12, della legge n. 102/2009 (quale norma di favore per la stabilizzazione di alcune categorie di personale), ma anche di tutte quelle pertinenti in materia di assunzione di personale nella P.A. comprese, in primis, quelle di rango costituzionale (artt. 3, 4, 51 e 97 Cost.). C’è inoltre l’art. 35 del D.Lgs n. 165/2001 che ha prescritto che l’assunzione di personale nella P.A. deve avvenire tramite procedure selettive, che garantiscano in misura adeguata l’accesso dall’esterno. Lo stesso vigente CCRL del comparto non dirigenziale della Regione Siciliana, prevede all’art. 22 una riserva per gli interni in una percentuale non inferiore al 50 % dei posti complessivamente disponibili in organico. Dunque, nel caso in specie, essendo previsto un organico complessivo per le categorie A e B pari a n. 5.400 unità, i posti da riservare non possono superare il numero di 2700.
La procedura in corso non è neppure coerente con i principi di diritto richiamati dal Consiglio di Stato nella sentenza n. 4495/2010, ma anche dalla Corte costituzionale nella sentenza più recente n. 235 del 2010 che, a sua volta ne richiama altre, come la n. 205 del 2006: “Questa Corte ha già avuto modo di affermare che l’aver prestato attività a tempo determinato alle dipendenze dell’amministrazione regionale non può essere considerato ex se, ed in mancanza di altre particolari e straordinarie ragioni, un valido presupposto per una riserva di posti”. E ancora la sentenza sempre della Corte Costituzionale n. 293 del 2009: “il previo superamento di una qualsiasi selezione pubblica, presso qualsiasi ente pubblico, è requisito troppo generico per autorizzare una successiva stabilizzazione senza concorso”.

Articolo pubblicato il 01 ottobre 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento

comments powered by Disqus