Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Attenti a tutelare l’ambiente frenando i fattori inquinanti
di Monica Basile

Tags: Roberto Monti, Ikea



Materiali eco-sostenibili e green energy: come la politica ambientale condiziona le vostre scelte?
“Ikea è determinata a migliorare la propria efficienza energetica e a ridurre le emissioni di gas a effetto serra. Da anni diamo il nostro contributo per creare un mondo nel quale ci si prende più cura dell’ambiente, delle risorse del pianeta e delle persone. L’impegno è formalizzato in vari progetti internazionali e monitorato attraverso vari strumenti per misurarlo e condividerlo con la comunità. Si parte dalla cura che poniamo nel processo produttivo, dalla nascita dell’idea fino al prodotto finito e alla distribuzione.
Diamo sempre più importanza alla documentazione diretta a divulgare temi ambientali, che diffondiamo tramite i punti vendita, internet e altri canali. Il nostro stesso catalogo ci serve a condividere questi passi avanti che ogni giorno si cerca di raggiungere”.

Di cos’altro si avvale la vostra politica ambientale?
“Realizziamo un assortimento di prodotti che nell’uso  invitano e aiutano a ridurre i consumi e che devono comunque migliorare la qualità di vita: ad esempio, per ridurre l’impiego di acqua produciamo rubinetteria ed elettrodomestici che ne consumano di meno senza nulla togliere all’utilizzatore. Inoltre facciamo attenzione al modo di produrre, per evitare che l’industria sia inquinante e che i materiali usati abbiano un impatto negativo sull’ambiente.
Infine, nella distribuzione teniamo conto della distanza tra i luoghi di produzione e quelli di vendita, cercando di compiere il trasporto il più possibile via rotaia e via   mare, e con mezzi che usano energia non inquinante. Punti vendita, magazzini e fabbriche sono costruiti in modo da ridurre i consumi anche ricorrendo alle nuove tecnologie, come l’energia fotovoltaica e di geoscambio”.

Articolo pubblicato il 02 ottobre 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento

comments powered by Disqus