Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Deputati Ars come i senatori gli ex contro il divieto di cumulo
di Lucia Russo

In una Regione dove il 20% delle famiglie non riesce ad arrivare a fine mese. Lo aveva stabilito Cascio ma i 15 ex deputati si sono ribellati

Tags: Regione Siciliana, Gaetano Armao, Spesa Corrente, Raffaele Lombardo, Simona Vicari



PALERMO - “La decisione della Regione di anticipare ad ottobre il blocco della spesa, che tecnicamente avviene di solito a fine anno, danneggia fortemente le imprese edili, che si trovano di conseguenza a non potere provvedere al pagamento di stipendi, contributi previdenziali e oneri fiscali per opere e forniture eseguite”: questo è solo uno degli urli di rabbia del mondo delle imprese e viene, nello specifico, dall’Associazione nazionale costruttori edili della Sicilia.

E ci sono pure i commenti dei politici siciliani che non siedono più negli scranni del Parlamento siciliano, per fare un esempio Simona Vicari, senatrice del Pdl: “è uno scandalo la politica economica della Regione Siciliana segnata da nuovi mutui, dal blocco degli investimenti, dal disimpegno delle risorse comunitarie, dai premi di produzione per il personale dipendente e della mega stabilizzazione di migliaia di precari”. “Prima di chiedere nuovi prestiti - aggiunge Vicari - occorre tagliare gli sprechi e non bloccare indiscriminatamente tutta la spesa distinguendo quella clientelare e assistenziale da quella che invece costituisce settore vitale e strategico della nostra economia”.

Ma a proposito di sprechi a causa della classe politica siciliana: stona proprio in questi giorni la notizia che gli ex parlamentari siciliani si sono lamentati per il blocco del cumulo della pensione alla indennità di parlamentare nazionale.
Il blocco era stato deciso dal presidente dell’Ars, Francesco Cascio, a giugno proprio come un esempio in un momento di grande difficoltà economica. Pare però che i 14 ex deputati, oggi senatori o deputati alal Camera, hanno fatto opposizione in via amministrativa o giudiziaria. Si tratta di una goccia di risparmio (1 milione di euro) in un mare in tempesta, ma c’è un vecchio detto che dice “dieci pezzi da cento lire fanno mille lire” e la vecchia canzone “se potessi avere mille lire al mese” che, tradotta in euro, è lo stipendio di quei 236 mila disoccupati siciliani che aspettano.

Articolo pubblicato il 13 ottobre 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • La Regione strangola l’economia -
    Casse vuote. Allarme preannunciato già da troppo tempo.
    Corte dei Conti sul Rendiconto 2008: “Dai prossimi esercizi, e con effetti che si protrarranno nel tempo, si registrerà un ragguardevole incremento della spesa per interessi”.
    “In tre anni 200 mln di euro in più per il personale”. Questo uno dei titoli delle innumerevoli inchieste del QdS sugli sprechi alla Regione; un esempio per tutti: i contratti Aran Sicilia.
    (13 ottobre 2010)
  • Deputati Ars come i senatori gli ex contro il divieto di cumulo -
    In una Regione dove il 20% delle famiglie non riesce ad arrivare a fine mese. Lo aveva stabilito Cascio ma i 15 ex deputati si sono ribellati
    (13 ottobre 2010)


comments powered by Disqus