Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Un piccolo calo negli affitti in alcune zone delle città
di Francesco Torre

Non c’è piena uniformità nella ideale “mappa” del territorio. Controtendenza a Siracusa e Trapani e in zone di Palermo



Tags: Edilizia



Palermo - Quanto spendono i siciliani per l’affitto della casa in cui vivono? La flessione nel settore immobiliare ha forse giovato a chi è costretto a pagare mensilmente una quota al padrone di casa, oppure l’inflazione ha fatto il suo corso normalmente? I dati dell’Osservatorio Immobiliare dell’Agenzia del Territorio ci consentono di mappare nel dettaglio il territorio e verificare come non ci sia piena uniformità.
In aumento, per esempio, gli affitti nelle città di Siracusa e Trapani. Nella città aretusea, i minimi sono aumentati in un anno da 4,6 € al metro quadro a 5,3 €, e i massimi da 6,5 € a 7.9%. Stesso discorso a Trapani: nel 2007 range 2,5 – 3,2 € al metro quadro, nel 2008 2,5 – 3,6 €. Aumenti anche a Catania, ma non su tutto il territorio, bensì solo nella zona centrale e suburbana (e ciò testimonia un movimento sociale che premia il centro storico e le zone satelliti di nuova costruzione fuori dalle periferie. Questo spostamento verso l’esterno è confermato dalla stabilità dei prezzi d’affitto nelle zone di periferia e dal calo in quelle semicentrali, dove i minimi scendono da 7,5 € a 7,1 € al mq e i massimi da 10,8 a 10,6 € al mq). Inchiodati, invece, i prezzi di affitto di Messina, Agrigento ed Enna. Piccolo calo a Ragusa e Caltanissetta.  Difficile, infine, l’interpretazione del dato palermitano: stabilità dei prezzi in zona centrale e suburbana, calo in periferia, numeri altalenanti nelle zone semicentrali, dove evidentemente il fermento di compravendite risulta maggiore.
In generale, però, si può affermare che, anche se parzialmente e non in modo sostanziale, il rallentamento nel settore ha in qualche modo giovato a chi vive in affitto, in Sicilia, provocando un blocco dei prezzi.

Articolo pubblicato il 12 giugno 2009 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • Case, in frenata prezzi e transazioni siamo tornati ai livelli di sette anni fa - Immobili. L’andamento del mercato nelle province siciliane.
    L’analisi. I dati dell’Osservatorio immobiliare dell’Agenzia del Territorio è la fonte maggiormente autorevole per avere un’idea di come si evolvono le cifre del settore in tutta l’Italia.
    Tendenza. Un certo rallentamento si nota con più evidenza esaminando il trend degli ultimi tre anni, anche se non si può parlare di una vera e propria crisi data la varietà del comparto.

    (12 giugno 2009)
  • Banche e mutui: il rialzo dei tassi di interesse - (12 giugno 2009)
  • Un piccolo calo negli affitti in alcune zone delle città -

    Non c’è piena uniformità nella ideale “mappa” del territorio. Controtendenza a Siracusa e Trapani e in zone di Palermo

    (12 giugno 2009)
  • I prezzi più convenienti a Caltanissetta e Trapani - A Catania le case costano di più in centro e nelle zone suburbane. Valori congelati invece a Messina, Agrigento ed Enna (12 giugno 2009)


comments powered by Disqus