Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Palermo - Gesap, situazione “preoccupante”, investimenti ancora improduttivi
di Agostino Laudani

Relazioni della commissione Controllo e Garanzia e informazione e comunicazione dell’ente. Focus in Consiglio provinciale. La società è stata ricapitalizzata con 8 milioni di euro

Tags: Palermo, Gesap



PALERMO - Trasparenza e comunicazione. Sono i due temi sui quali si è confrontato il Consiglio provinciale di Palermo, grazie ai due punti all’ordine del giorno che prevedevano la relazione semestrale della Commissione di controllo e garanzia e il dibattito sullo stato e sulle iniziative degli organi di informazione della Provincia. In apertura di seduta il presidente del Consiglio provinciale, Marcello Tricoli, ha espresso la solidarietà dell’intera assemblea al vice presidente vicario Enzo Briganò, vittima lo scorso fine settimana a Partinico di un atto intimidatorio. Sono intervenuti per condannare l’episodio anche gli esponenti dell’Mpa Giovanni Salerno, di Italia dei Valori Luisa La Colla, del Pdl Giacomo Balsano, dell’Udc Vincenzo Randazzo, di Rifondazione comunista Antonio Marotta, del Pd Gaetano Lapunzina (capogruppo), del vice Presidente della Provincia Piero Alongi.

Il presidente della commissione Controllo e garanzia, Giusi Scafidi, ha quindi esposto in aula nella sua relazione l’attività dell’organo chiamato a svolgere un ruolo di supporto e di documentazione per l’attività del Consiglio su argomenti di interesse generale.

L’attenzione del presidente Scafidi si è soprattutto concentrata sulla Gesap, la società di gestione dello scalo aereo di Punta Raisi, alla luce della recente audizione in Commissione dell’amministratore delegato Dario Colombo. “L’amministratore delegato - ha spiegato la Scafidi - sta verificando la situazione generale della Gesap sia dal punto di vista economico che amministrativo. Il quadro economico è però preoccupante, con una gestione arcaica della contabilità, non informatizzata. La Provincia, azionista di maggioranza della società, ha investito 8 milioni di euro come ricapitalizzazione, ma i notevoli investimenti non hanno prodotti i risultati sperati”.

Il dibattito sulla relazione ha visto gli interventi di Giacomo Balsano del Pdl che ha sottolineato la necessità di rivedere il regolamento della Commissione al fine di renderla più efficace, del capogruppo del Pd Gaetano Lapunzina che ha ricordato come entro il 31 dicembre la Provincia deve adottare il piano delle società partecipate e oltre alla Gesap ha citato i casi emblematici di Palermo Energia e del Consorzio Universitario, del consigliere del Pd Teresa Piccione che si è soffermata sull’opportunità di un migliore funzionamento degli organi consiliari come le commissioni, del capogruppo del gruppo misto di opposizione Antonio Marotta (Rifondazione comunista) che ha proposto una seduta straordinaria del Consiglio dedicata alla Gesap e alle società partecipate, del Consigliere dell’Udc Bartolo Di Salvo che ha proposto alla Commissione di verificare il cattivo funzionamento degli uffici in merito a determinati atti.

Dalla Commissione Controllo e garanzia alla comunicazione, con la relazione in aula del responsabile dell’Ufficio stampa Angelo Scuderi che ha illustrato in aula le iniziative dell’ente in questo settore, con l’attività ordinaria dell’Ufficio, il sito internet, la rivista Palermo, i servizi televisivi. Il dibattito ha visto gli interventi dell’esponente di Sinistra e libertà Antonino Celesia, di Tommaso Calamia del Pd, del capogruppo del Pd Gaetano Lapunzina che ha proposto la ripresa diretta dei lavori consiliari su Internet, del capogruppo del gruppo misto di opposizione Antonio Marotta (Rifondazione comunista) che ha proposto la diretta televisiva dei lavori consiliari e una maggiore pubblicizzazione dell’attività delle commissioni e delle missioni degli organi istituzionali. Ha chiuso il dibattito il vice presidente della Provincia, Piero Alongi, che ha evidenziato “lo sforzo già compiuto dalla Provincia nell’uso di metodi innovativi di comunicazione”.
Il Consiglio provinciale tornerà a riunirsi lunedi prossimo alle 10,30.

Articolo pubblicato il 15 ottobre 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus