Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Seminari sul federalismo, sono saltati i programmi
di Michele Giuliano

Si attende un nuovo congresso regionale da fissare entro l’anno. L’organizzazione paralizzata per via delle controversie al Tar

Tags: Anci, Mario Emanuele Alvano



PALERMO - Nell’aprile scorso l’ufficio stampa dell’Anci Sicilia annunciava che si sarebbe finalmente affrontata la questione relativa all’imminente entrata in vigore del federalismo fiscale e soprattutto dei costi standard, in fase di definizione dal governo nazionale e che stabilisce l’impegno economico che si dovrà sostenere in tutta Italia per un determinato servizio reso dalle pubbliche amministrazioni.
 
Dall’Anci ci si sarebbe aspettata una presa di posizione in proposito e proprio l’appena insediato nuovo segretario generale (prima ovviamente del nuovo ribaltone al Tar), Mario Emanuele Alvano, si stava muovendo per l'organizzazione di seminari e gruppi di lavoro, proprio per affrontare in maniera sistematica la questione. Con gli amministratori locali si era discusso anche di affrontare pure la questione del patto di stabilità e il trasferimento dei fondi regionali. Tutte tematiche calde, ancora oggi attualissime, ma che di fatto sono rimaste solo nelle buone intenzioni.

“Purtroppo – ci riferiscono dall’ufficio stampa dell’Anci – tutto è rimasto fermo da allora per via delle controversie al Tar. In prospettiva si attende la convocazione del congresso regionale che si presume possa essere fissato per la fine dell’anno, anche e non c’è ancora nulla di confermato”.

Dunque, in parole povere, non si muoverà più nulla sino a quel giorno. Di fatto, per cui, i Comuni quest’anno si sono ritrovati con un organismo del tutto immobile, incapace anche di generare le dovute pressioni a livello istituzionale per portare avanti le ragioni dei Comuni. Un anno quindi da archiviare in fretta per i Comuni siciliani, rimasti praticamente da soli a lottare con tagli e problematiche simili.

Articolo pubblicato il 16 ottobre 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • L’eterna agonia dell’inutile Anci -
    Enti locali. Le enormi difficoltà dei Comuni siciliani.
    Inefficienza. L’organismo che rappresenta i Comuni non è riuscito a portare a termine accordi e progetti né a fare studi e ricerche, pur incassando regolarmente le quote associative.
    Questioni nodali. Rifiuti, precariato, ritardi nei trasferimenti e federalismo fiscale: l’azione è assolutamente marginale, anche perché l’associazione non ha attivato alcun Osservatorio.
    (16 ottobre 2010)
  • Seminari sul federalismo, sono saltati i programmi -
    Si attende un nuovo congresso regionale da fissare entro l’anno. L’organizzazione paralizzata per via delle controversie al Tar
    (16 ottobre 2010)
  • L’appello di 113 sindaci per il commissariamento -
    Contestata la gestione di Cammarata dopo i pasticci elettorali. Richiesta urgente al presidente nazionale Chiamparino
    (16 ottobre 2010)


comments powered by Disqus