Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

LÂ’appello di 113 sindaci per il commissariamento
di Michele Giuliano

Contestata la gestione di Cammarata dopo i pasticci elettorali. Richiesta urgente al presidente nazionale Chiamparino

Tags: Anci, Diego Cammarata, Sergio Chiamparino



PALERMO - A testimonianza del caos che si sta vivendo in questo momento all’interno dell’Anci il gesto del sindaco di Melilli, Comune in provincia di Siracusa, Pippo Sorbello, che nei giorni scorsi ha reso noto di avere inviato al presidente nazionale dell’Anci, Sergio Chiamparino, la richiesta “pressante e urgente”, firmata da 113 sindaci siciliani, “di commissariare l’Associazione regionale al fine di procedere a un’immediata convocazione dell’assemblea congressuale”. “Chiamparino – ha spiegato Sorbello – nelle scorse settimane aveva chiesto a Diego Cammarata, che occupa a parer nostro senza legittimazione democratica la poltrona di presidente di Anci Sicilia, un’immediata convocazione del congresso, ma nel consiglio regionale che si è svolto qualche giorno fa questa convocazione non è stata nemmeno inserita all’ordine del giorno, a conferma della nostra teoria: Cammarata cerca soltanto di tirare a campare”. Diego Cammarata era tornato nei mesi scorsi al vertice dell’Anci dopo che il giudice aveva deciso di sospendere l’elezione di Roberto Visentin per un supposto difetto nella convocazione del congresso dell’Associazione dei Comuni del 23 ottobre del 2009, in cui il sindaco di Siracusa era stato il più votato. “Il paradosso – ha detto Sorbello – è che Cammarata sia tornato in sella grazie ai suoi stessi pasticci: era infatti stato lui a stilare la convocazione irregolare della seduta. Ecco perché è urgente procedere a un commissariamento e alla convocazione del congresso se si vuole che 1’Anci continui a rappresentare degnamente, legittimamente ed efficacemente i Comuni siciliani”. Ad una situazione generale di difficoltà l’Anci deve anche fare i conti con queste lotte intestine.

Articolo pubblicato il 16 ottobre 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • LÂ’eterna agonia dellÂ’inutile Anci -
    Enti locali. Le enormi difficoltà dei Comuni siciliani.
    Inefficienza. L’organismo che rappresenta i Comuni non è riuscito a portare a termine accordi e progetti né a fare studi e ricerche, pur incassando regolarmente le quote associative.
    Questioni nodali. Rifiuti, precariato, ritardi nei trasferimenti e federalismo fiscale: l’azione è assolutamente marginale, anche perché l’associazione non ha attivato alcun Osservatorio.
    (16 ottobre 2010)
  • Seminari sul federalismo, sono saltati i programmi -
    Si attende un nuovo congresso regionale da fissare entro l’anno. L’organizzazione paralizzata per via delle controversie al Tar
    (16 ottobre 2010)
  • LÂ’appello di 113 sindaci per il commissariamento -
    Contestata la gestione di Cammarata dopo i pasticci elettorali. Richiesta urgente al presidente nazionale Chiamparino
    (16 ottobre 2010)


comments powered by Disqus