Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Il “sindaco day” contro i tagli e federalismo da accelerare
di Giovanna Naccari

Le proposte di Cateno De Luca, capogruppo FdS all’Ars e Salvo Fleres, senatore. L’emendamento per la perequazione infrastrutturale è fondamentale

Tags: Salvo Fleres, Cateno De Luca, Ars, Regione Siciliana, Gaetano Armao



PALERMO – Le questioni finanziarie sono in primo piano per il partito Forza del Sud: il senatore Salvo Fleres invita l’assessore regionale all’Economia, Armao ad accelerare sul federalismo; Cateno De Luca, portavoce Fds all’Ars pensa ad un “sindaco day” contro i tagli della Regione.     

“Con Forza del Sud può cambiare molto – dice il senatore Fleres, membro della commissione Bilancio - Finalmente sarà possibile realizzare un riequilibrio delle condizioni strutturali del Paese, anche se la nostra battaglia comincia alcuni anni fa. E soprattutto con l’approvazione della legge sul federalismo perchè l’emendamento che prevede la perequazione infrastrutturale, condizione essenziale per l’attivazione delle altre misure, nasce dai deputati che oggi si trovano con questo nuovo partito. La storia si rigenera e serve a riequilibrare il Paese”.

Domani, intanto, la conferenza Stato-regioni dovrebbe riaffrontare la questione sollevata dalle autonomie che chiedono la concertazione sul federalismo e la perequazione infrastrutturale in forza dei loro statuti speciali.
L’assessore all’Economia Armao ha invitato i siciliani che siedono alla Camera e al Senato ad una difesa compatta.
“Armao – dice Fleres – dovrebbe soltanto sbrigarsi con i fatti e non con le parole, se vuole veramente contribuire a superare questa situazione di stallo”.

Ed aggiunge: “Penso, invece, che sia utile stabilire un comune comprendere. Ho spiegato al ministro per la Semplificazione, Calderoli, che alcune parole facilmente attribuibili al Sud, per esempio l’assistenzialismo, al Nord assumono una connotazione diversa, ma sempre di assistenzialismo si tratta. Al Nord è cassa integrazione esagerata anche quando non serve e al Sud è lavoro socialmente utile o pensione di invalidità. L’evasione fiscale al Nord equivale a fatture false o ricevute non controllabili e al Sud a scontrini non emessi. Credo che il Paese abbia le stesse patologie, ma sintomi diversi. Se prendiamo coscienza di questo, il Paese cresce insieme come vuole l’Europa”. 

Forza del Sud all’Ars: “Ci apprestiamo alla discussione dei documenti economici e finanziari e ci opporremo a tagli ingiustificati - afferma il portavoce De Luca - Se viene confermato il taglio del 50% di risorse agli enti locali organizzeremo un’azione di protesta e di proposta dentro e fuori dall’Aula. Abbiamo in mente un “sindaco day” per dar voce agli amministratori. è impensabile che la Regione voglia sanare i suoi debiti a spese di Comuni e cittadini”.

Articolo pubblicato il 03 novembre 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus