Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Carburanti, rincari a go go sui listini di benzina e diesel
di Giuseppe Bellia

Secondo appuntamento del mese di novembre con i rilevamenti presso i distributori dell’Isola. Il greggio supera ancora gli 85 dollari al barile, ricaduta negativa in tutta la filiera

Tags: Carburante, Prezzi



PALERMO – Dopo due settimane di tregua dai rincari, nuova “ondata” di rialzi nel settore dei carburanti. Che i listini riprendessero a “galoppare” era facilmente desumibile dopo che la quotazione del petrolio, la scorsa settimana, aveva superato gli 85 dollari al barile. La “raffica” di aumenti ha interessato principalmente il comparto benzina, facendo superare ai listini isolani la “barriera” dell’euro e quattro centesimi al litro.
Per i prezziari dell’Isola, la previsione per le prossime settimane è anche peggiore: ieri la quotazione del greggio è stata di 86,63 al barile, ciò, comporterà per la filiera di settore aumenti a go go presso i distributori in tutt’Italia, Sicilia compresa.

Benzina
Prezzo medio nazionale nel settore censito dal portale Prezzibenzina.it lo scorso lunedì 1,352 €/L.
Non è più una notizia, ma anche per questa settimana, i listini isolani sono stati per il comparto benzina i più cari d’Italia. Due dei tre prezziari censiti hanno abbondantemente superato l’euro e quattro centesimi al litro: Agip (1,452 €) e Q8 (1,402 €) sono stati non solo i listini più cari dell’Isola nel rilevamento dell’otto novembre, ma stando ai dati forniti dal portale, di gran lunga i più onerosi, fra gli stessi listini esposti in altre regioni.
Solo per citare alcuni casi esemplificativi, il prezziario Agip isolano è stato più caro di un centesimo e trentadue millesimi rispetto allo stesso listino esposto in Piemonte, analogamente, il listino Q8 dell’Isola ha presentato un sovraprezzo di 46 millesimi, se messo a confronto con il listino della stessa compagnia petrolifera in Lombardia.
Il listino più economico per questa settimana fra quelli censiti è stato quello Esso (1,341 €).

Diesel
Prezzo medio nazionale registrato per il comparto diesel dalla stessa fonte e lo stesso giorno 1,225 €/L.
I listini isolani hanno confermato l’andamento generale al rialzo dei prezzi, facendo registrare tuttavia degli aumenti più contenuti, se messi a confronto con l’impennata dei prezziari nel comparto benzina. Nessuna compagnia petrolifera censita nell’Isola ha superato l’euro e tre centesimi, e fra i tre listini registrati, quello della Esso (1,222 €), pur al di sotto di tre millesimi del Pmn (Prezzo medio nazionale), ha presentato un prezzo concorrente (e in alcuni casi più economico, vedi tabella) con quello esposto dalle altre compagnie nelle altre regioni.
Listini più cari nell’Isola nel comparto, rispettivamente per Erg (1,249 €) e Q8 (1,270 €).
Quest’ultima compagnia petrolifera, nell’Isola, ha fatto registrare un prezziario, più caro di 43 millesimi con lo stesso listino censito in Veneto, e di 40, a confronto con quello registrato in Toscana.

Articolo pubblicato il 11 novembre 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus
Prezzi a confronto benzina, per regioni e compagnie petrolifere
Prezzi a confronto benzina, per regioni e compagnie petrolifere
Prezzi a confronto diesel, per regioni e compagnie petrolifere
Prezzi a confronto diesel, per regioni e compagnie petrolifere


´╗┐