Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Investire acquistando azioni guadagnare limitando i rischi
di Gianlugi Cerami

Rendimento maggiore rispetto alle obbligazioni ma occorre più prudenza

Tags: Obbligazioni, Fondi Di Investimento



CATANIA - Dopo aver parlato di valute e obbligazioni, oggi affrontiamo le azioni. Acquistare azioni di società quotate è molto semplice, basta recarsi in banca o utilizzare le funzionalità di un conto online. Acquistare azioni vuol dire diventare proprietari di una piccola quota di un’azienda. Se l’azienda guadagna il suo valore aumenta, e per questo sale anche il prezzo delle azioni. Se l’azienda perde utili, le azioni si deprezzano. Se l’azienda fallisce le azioni si perdono. A differenza delle valute e delle obbligazioni, quindi, le azioni hanno un rischio maggiore e dovrebbero permettere un rendimento maggiore.

Gli investitori speculativi acquistano e vendono azioni sulla base di svariate tecniche: alcuni studiano i fondamentali dei titoli per individuare quelli che sono sottovalutati sul mercato. In pratica un’azienda che ha dei numeri fondamentali molto buoni, ma che è sottovalutata sul mercato, probabilmente si apprezzerà nel prossimo futuro. Altri investitori utilizzano l’analisi tecnica.

È una scienza che si  basa sul concetto che il prezzo incorpori tutto ciò che c’è da sapere di un titolo e del suo mercato. Quindi, studiano gli andamenti dei prezzi e provano a prevedere trend, supporti e resistenze. è una scienza piuttosto complessa che richiede molta disciplina e freddezza d’animo. Infine, gli investitori istituzionali, i trader, affiancano alle altre tecniche la possibilità di avere notizie in anteprima. Sulla base di queste voci di corridoio vendono e comprano grandi quantità di azioni e spesso sono loro a determinare gli andamenti più imprevedibili. Infatti, basta guardare il grafico del prezzo di alcune azioni per capire che l’andamento non è interamente spiegato dall’andamento dei fondamentali, né dall’analisi tecnica. Le oscillazioni sono spesso imprevedibili e per questa ragione investire in azioni nel breve termine richiede parecchie capacità e metodo.

L’approccio migliore nell’acquisto delle azioni è quello del portafoglio. Acquistare un numero sufficiente di titoli rende quanto la media dei titoli stessi, ma abbatte il rischio. Collezionando 15 titoli di tipo diverso  è sufficiente per replicare l’andamento del mercato. Ovviamente, se il mercato sale il portafoglio si apprezza, se il mercato scende il portafoglio si deprezza, ma è molto difficile che vada a zero e si perda tutto. In tempi di terremoti finanziari ed economici come questo, sono in molti ad essersi scottati con le azioni, e gli stessi investitori si stanno rivolgendo alle obbligazioni per far fruttare il loro denaro in maniera più sicura. Meglio in pratica aspettare tempi migliori.

Gianluigi Cerami
collegio dei professionisti di Veroconsumo

Articolo pubblicato il 17 novembre 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus