Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Il caso. Fluoroedenite, Biancavilla attende la bonifica completa
di Rosario Battiato



BIANCAVILLA (CT) – La città etnea ha sempre avuto un ruolo atipico nel quadro del rischio amianto, infatti il minerale si trovava in natura nel fluoro-edenite, materiale contenente fibre della famiglia dell’amianto con cui è stato costruito il centro della città “attraverso l’uso di malte ed intonaci prodotti dalla macinazione della roccia – si legge in un documento del ministero dell’Ambiente - proveniente dalla cava e da cantieri per la realizzazione della Ferrovia Circumetnea, passante per l’area della cava”. Il sito da tempo è stato inserito tra le aree prioritarie da bonificare, perché “l’area risulta dunque – si legge sul sito del ministero dell’Ambiente - inquinata da fibre anfiboliche di fluoro-edenite”. Di fatto la città, nonostante opere di bonifica, resta tuttora ad alto rischio. “Sono passati dieci anni – ha dichiarato Enzo Parisi, Legambiente Sicilia – da un’ordinanza del sindaco di Biancavilla e ancora non esiste una bonifica completa”.

Articolo pubblicato il 18 giugno 2009 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • Amianto, 70 morti l’anno e 36 mila richieste d’indennizzo all’Inail - Amianto. Fino al 1992 nella Sicilia in uso presso 780 aziende.
    I numeri. Secondo le ultime statistiche 70 siciliani muoiono in media ogni anno per le conseguenze dell’uso e l’esposizione all’amianto. Sono 36 mila le richieste di risarcimento depositate all’Inail.
    La situazione. Dal 1998 al 2006 i registri sanitari hanno iscritto 644 casi di mesoteliomi. Si muore anche per carcinoma polmonare e l’asbestosi. Le cifre sono parziali perché l’incubazione delle patologie è lunga. (18 giugno 2009)
  • Il caso. Fluoroedenite, Biancavilla attende la bonifica completa - (18 giugno 2009)
  • A Catania la possibilità di smaltire risparmiando - Ancora valida l’intesa Comune-Ausl3-Confindustria-Confartigianato. Undici ditte eseguono la rimozione a prezzi calmierati (18 giugno 2009)
  • Mancano le discariche per i rifiuti speciali - Scilipoti (Idv): “Numerosi capannoni in eternit si stanno sgretolando”. Le più vicine in Calabria, così si preferisce il “fai da te” (18 giugno 2009)


comments powered by Disqus